Intelligenza artificiale, presto sarà in grado di leggere il labiale dei filmati

0
37

Intelligenza artificiale, i ricercatori sono riusciti ad implementare la capacità di leggere i labiali anche nei video.

Intelligenza Artificiale
Intelligenza Artificiale

L’Intelligenza artificiale avanza a passi da gigante dal punto di vista cognitivo e sta sempre più prendendo piede nella vita di tutti i giorni e negli usi più comuni. I nuovi algoritmi progettati consentono un apprendimento automatico sempre più veloce e sorprendente, tanto che oggi alcuni ricercatori sono riusciti a sviluppare un software in grado di leggere le parole emesse da una persona su un video, anche senza audio.

Questa tecnologia tra origini dal 2016, quando Google e l’università di Oxford avevano raggiunto un grado di precisione del 46,8% nell’annotazione delle riprese video, ben superiore al 12,8% ottenuto da uno specialista umano.

POTREBBE INTERESSARTI —>iPhone 12 Pro e Pro Max: importanti differenze nel comparto fotografico

Intelligenza Artificiale
Intelligenza Artificiale

Intelligenza artificiale, il sistema LIBS aiuterà milioni di persone con problemi d’udito

I ricercatori di Alibaba, in collaborazione con la Zhejiang University e lo Stevens Institute of Technology hanno sviluppato un sistema chiamato Lip by Search, LIBS, che è in grado di sfruttare le caratterstiche dei riconoscitori vocali per aumentare gli indizi di riconoscimento dei labiali.

Il tasso di errore così si è abbassato del 7,66% sulla linea base e del 2,75% sugli errori di caratteri. Questa tecnologia potrà essere fondamentale in un prossimo futuro per aiutare le persone con gravi problemi di udito, che saranno facilitati nel seguire i video con i sottotitoli. Già oggi sono 466 milioni di essere umani che hanno problemi di ipoacusia disabilitante, valutate nel 5% della popolazione mondiale.

Questo numero è destiano a crescere velocemente entro il 2050, quando si ipotizza che saranno 900 milioni le persone con queste difficoltà, ma LIBS promette di risolvere questo problema.

POTREBBE INTERESSARTI —>Covid, l’analisi Google conferma il crollo degli accessi ai locali pubblici

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here