Covid19: l’insonnia può essere combattuta con i gadget hi-tech

0
89

Da quando è sopraggiunta la pandemia da Covid19, per tutti è difficile dormire. I troppi pensieri disturbano il sonno, ma alcuni gadget hi-tech possono aiutarci.

Insonnia da Covid19
Insonnia da Covid19 Foto di StockSnap da Pixabay

Anche in questo caso, la tecnologia viene in nostro soccorso. Abbiamo elencato fino alla nausea gli effetti negativi della pandemia su tutti noi e, come sempre, si cercano soluzioni semplici per tamponare alcune difficoltà.

Diversi gadget elettronici potrebbero aiutarci dormire meglio.

POTREBBE INTERESSARTI –> Apple M1 ha la migliore GPU integrata in commercio

Come combattere l’insonnia con i gadget hi-tech

Gadgets Tech
Gadgets Tech Photo by AltumCode on Unsplash

La scelta è abbastanza ampia, così che ognuno possa trovare il dispositivo che ha maggiore efficacia sul proprio bioritmo. Al di là del fatto che anche solo le semplici videochiamate con amici e parenti hanno già un buon effetto.

In un momento del genere, siamo tutti concentrati sulle preoccupazioni legati alla salute, o al lavoro, o all’impossibilità di vedere i propri cari. Tutto dipende da una necessità di ridurre i cattivi pensieri. Ma, spesso, è proprio di notte che vengono a tormentarci.

Un buon rimedio può essere LectroFan Generatore di Suono. Tante volte, la casa troppo silenziosa non aiuta a dormire, anzi, può quasi provocare un senso di angoscia. Alcuni suoni conciliano il sonno. Lectro Fan genera 10 diversi suoni e variazioni, con volume personalizzabile.

Un’altra idea potrebbe essere il tappetino di monitoraggio del sonno che si piazza sotto il materasso. Si chiama Withings Sleep e monitora i cicli del sonno, la frequenza cardiaca e il russare.

Alcune volte, la mente ha bisogno di essere allenata al sonno. Per questo c’è Dodow, un metronomo combinato con un sistema di illuminazione che aiuta la mente ad abituarsi a dormire facilmente.

Anche Thim allena la mente a riaddormentarsi. Si tratta di un dispositivo proveniente dall’Australia. È a forma di anello, quindi un gadget weareable, e sfrutta la terapia della luce per curare l’insonnia.

Non possiamo non citare i Bose Sleepbuds, gli auricolari wireless che isolano l’udito da qualsiasi rumore di fondo. Hanno la capacità di riprodurre suoni rilassanti per coprire il rumore indesiderato, aiutando non solo la prima fase del sonno ma anche quella più profonda.

Non possiamo ignorare che, oltre i dispositivi citati e tanti altri in commercio, potrebbero presto produrne altri ancora più efficaci a proposito di Covid19.

POTREBBE INTERESSARTI –> Ps5, ecco il super bundle con tv da 55”, DualSense, Spider-Man…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here