Google Foto a pagamento, ecco le migliori alternative

0
149

Google Foto passera a pagamento nel 2021. Per non perdere il proprio archivio di immagini presentiamo tutte le alternative presenti oggi sul web.

Archiviazione Google Foto
Archiviazione Google Foto Photo by Google Foto

Come abbiamo scritto alcuni giorni fa, Google ha deciso di mettere a pagamento il suo servizio di archiviazione delle immagini. Questa decisione è stata presa a causa dell’enorme mole di dati che settimanalmente viene raccolta da questa applicazione, oltre 28 miliardi di file. Dal 2021 gli utenti avranno dunque a disposzione solo 15 GB, a prescindere dal livello di compressione delle foto e questo porterà a dover decidere se pagare per avere più spazio. Per fortuna ci sono delle alternative molto valide online, che consentono di salvare tutti i nostri ricordi e di mantenere il giusto livello di sicurezza. Abbiamo deciso di presentare i più noti, così da poter decidere in tempo cosa fare.

POTREBBE INTERESSARTI –> Bitdefender mette in guardia: “Il 2021 ancora un duro anno per gli attacchi”

Google Foto
Google Foto Photo by Google Foto

Google foto a pagamento, le alternative Amazon, Dropbox, Flickr e Apple iCloud

Partiamo proprio da Google, che offre un incremento fino a 200 GB per 2,99 euro mensili o 29,99 euro annui. In alternativa è possibile salire fino a 2 TB per 9,99 al mese o 99,99 l’anno.

Amazon Photos

Per chi ha accumulato un ingente quantitativo di immagini, Amanzo Photos è un’ottima alternativa, anche perché è compreso nell’abbonamento Amazon Prime, quindi per gli utilizzatori del colosso di e-commerce non dovranno fare nulla. Il bello di questo servizio è che non ci sono limiti di storage per le foto: se ne possono immagazzinare all’infinito. Non è tutto oro quello che luccica, però: esiste una limitazione per i video, a cui vengono dedicati solo 5GB di spazio. Le immagini salvate mantengono la qualità originale ed è possbile sincronizzare il download con qualsiasi device.

Dropbox

Dropbox rimane sempre molto popolare, funziona benissimo e per questo è la scelta ideale per chi ne ha bisogno per il lavoro. Anche qui la sincronizzazione è perfetta, perché crea un cartella virtuale in cui si possono caricare le immagini sul cloud. Qui però il limite gratuito è 2GB, mentre per salire di livello bisogna pagare e non poco.

Flickr

Lo sapete che Flickr è più di un social? L’app offre un auto sincronizzazione di tuttle foto o si può scegliere cosa caricare con una perfetta personalizzazione. Il piano gratuito offre 1TB di spazio, ma con un limite di 1000 immagini. In alternativa si può avere Flickr Pro a 7 dollari al mese o 60 annuali.

Apple iCloud

Tutto conoscono iCloud, soprattutto chi ha un iPhone. Questo sistema è perfetto, tanto più se si usa un prodotto Apple, ma in questo caso il limite di utilizzo gratuito è di 5GB, che può salire fino a 2Tb per 9,99 euro al mese.

POTREBBE INTERESSARTI –>Huawei seleziona nuovi recensori per i suoi smartphone con il programma “Try and Stay”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here