Le funzionalità intelligenti di Gmail, Chat e Meet da attivare

0
458

Dal filtro sulle email alla risposta rapida: ecco a cosa servono le Funzionalità intelligenti su Gmail, Chat e Meet e sulle altre applicazioni targate Google che dipendono dagli stessi dati personali.

Google apps
Google Apps (AdobeStock)

Si allarga ulteriormente la possibilità di personalizzazione delle app di Google. Le Funzionalità intelligenti e i controlli per plasmare i servizi sulla nostra user experience consentono agli utenti di lasciare a Google il compito di proporci delle soluzioni automatiche su Gmail, Chat e Meet. L’obiettivo è una “esperienza più utile e rapida” per far risparmiare tempo all’utente.

Il tutto in base alla nostra modalità di utilizzo e di condivisione dei dati. Lo stesso avviene con il resto dei software della gamma che dipendono dai dati di Gmail, Chat e Meet. In pratica dovremo concedere a Google un accesso automatico gestito da un algoritmo. In altre parole, possiamo stare certi che nessuno leggerà le nostre email o le nostre chat.

TI POTREBBE INTERESSARE>>>L’azienda Google eliminerà le moleste pubblicità di alcolici e siti di scommesse

A cosa servono le funzionalità intelligenti di Gmail, Chat e Meet

Googleplex smart features su Gmail
Il Googleplex di Mountain View (foto da wikipedia)

Tra le funzioni smart che potremo attivare dando il nostro permesso alla gestione dei dati da parte di Google, ci sono: il filtro delle email, già suddivise per categoria all’arrivo; la scrittura intelligente e la risposta rapida; la possibilità di posticipare le email; le notifiche ad alta priorità; il monitoraggio delle spedizioni; la gestione dei viaggi con Google Travel; scrittura assistita; compilazione del calendario; suggerimenti di ricerca.

LEGGI ANCHE>>>Un anno di ricerche Google, quali sono i principali perché degli italiani

Per quanto riguarda le altre app che utilizzano i dati di Gmail, Chat e Meet, potremo attivare: promemoria dell’assistente Google per le fatture in scadenza; prenotazioni dei ristoranti su Maps; itinerari di viaggio classificati su Travel; carte fedeltà su Google Pay; mappe offline per i viaggi programmati. Ma le funzionalità intelligenti non sono impostate di default: a partire dall’inizio di dicembre, almeno gli utenti europei le devono attivare. Per farlo, bisognerà flaggare rispettivamente le caselle di “Funzionalità intelligenti e personalizzazione” e “Funzionalità intelligenti e personalizzazione in altri prodotti Google” che si trovano in Impostazioni, cartella Generali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here