Huawei non teme il futuro: pronto il nuovo processore Kirin a 3nm

0
580

Ban o non ban Huawei non si ferma e lancia la nuova sfida tecnologica con la prossima presentazione del Kirin 9010, processore con tecnologia costruttiva a 3nm.

Huawei presenta Kirin 9010
Huawei presenta Kirin 9010

La supremazia tecnologica non è solo una dimostrazione “politica”, di successo aziendale. La miniaturizzazione dei transistor è la chiave per due fattori corrispondenti: da una parte l’ottimizzazione dei consumi, dall’altra la maggior potenza necessaria per i software sempre più esosi.

Pochi mesi fa il colosso cinese ha fatto esordire il SoC Kirin 9000, costruito a 5nm, ma per questo inizio di 2021 è già previsto un ulteriore upgrade che sarà utilizzato per il futuro Mate 50.

Secondo le indiscrezioni la produzione in massa sarà avviata entro il primo trimestre per poter presentare quanto prima il primo gioiello di Huawei.

Huawei sfida Apple con il nuovo chip a 3nm

Huawei
Huawei

Il passaggio ai nuovi transistor lancia il guanto di sfida ad Apple, che a sua volta ha raggiunto un accordo con TSMC per produrre proprio i nuovi chip a 3nm e che serviranno a produrre l’erede del prossimo A15, che sarà invece prodotto, nel 2021, ancora a 5nm.

POTREBBE INTERESSARTI –> Il 2021 tecnologico fra smart glasses, wearable tech e mobile edge

Politicamente questa sarebbe una risposta forte agli Usa, che hanno sanzionato duramente la società cinese, rea, secondo gli americani, di infiltrare gli altri paesi per carpirne informazioni sensibili. Tra le conseguenze immediate c’è stata la cessione del ramo Honor, che subito ha annunciato un accordo di collaborazione con Microsoft.

POTREBBE INTERESSARTI –> Le 10 regole per fare acquisti online senza correre rischi

Huawei intanto accelera per fornire sui suo smartphone il nuovo sistema operativo HarmonyOS, che sta prendendo il posto di Android, oramai non più installabile sui nuovi prodotti. Lo sforzo della multinazionale è stato importante, perché accanto all’Os ha dovuto sviluppare tutto l’ecosistema di app alternativa a quelle del robottino. Riuscirà a mantenere il predominio sul mercato? Di certo il 2021 sarà un anno decisivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here