Facebook si piega ad Apple aggiornando la sezione “Privacy”

0
123

Facebook si piega ad Apple e decide di aggiornare la sezione del social network dedicata alle Informazioni e alla Privacy dell’utente. Ecco cosa cambia.

Facebook si piega ad Apple
Fonte: blog di Facebook

Facebook va incontro ad Apple e decide di essere ancor più trasparente. Con un post apparso sul blog del social network di Mark Zuckerberg, fa sapere di aver aggiornato lo strumento Accedi alle tue Informazioni. Una sezione del social network dove sono presenti, ovviamente, una serie di informazioni relative alla privacy e non solo.

LEGGI ANCHE –> Facebook in guerra contro Apple “Vuole rendere internet a pagamento”

Sono otto le nuove categorie in cui sono state suddivise le informazioni, a loro volta sdoppiate in Le tue informazioni e Informazioni su di te.

  • La tua attività su Facebook;
  • Informazioni personali;
  • Informazioni registrate;
  • Amici e follower;
  • App e siti web fuori da Facebook;
  • Informazioni su protezione e accesso;
  • Preferenze;
  • Informazioni sulle inserzioni.
Facebook si piega ad Apple
Fonte: blog di Facebook

Ad ogni categoria corrispondono alcune sottocategorie. Visto il marasma di categorie e sottocategorie, l’azienda ha introdotto una funzione di ricerca per andare a scovare il termine o la categoria che ci interessa.

È stata aggiunta la funzionalità di ricerca, grazie alla quale ora puoi trovare le categorie o i dati cercandole. Per esempio, se cerchi informazioni sulla cronologia delle tue posizioni, la ricerca “posizione” dovrebbe generare alcuni suggerimenti correlati

Da ora è dunque disponibile la nuova sezione Accedi alle tue Informazioni, sia su iOS che su Android, e presto sarà possibile vederla anche su altre piattaforme, tra cui la controparte desktop. Per accedere al nuovo strumento, da iOS basta andare in Impostazioni sulle tre linee in basso a destra e Accedi alle tue Informazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> WhatsApp non condividerà i tuoi dati con Facebook… per ora

Un aggiornamento giunto dopo le richieste da parte di Apple di fornire un elenco il più dettagliato possibile dei dati personali raccolti dal social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here