Digitale Terrestre, come si cambia: le novità nel Lazio e in Sicilia

0
437

Il countdown è scattato già da un po’. Il 2021 passerà alla storia come l’abbandono dell’attuale sistema di trasmissione del digitale terrestre e il passaggio al DVB-T2, abbreviazione di Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial – un’estensione dello standard DVB-T del consorzio europeo DVB per una modalità di trasmissione televisiva diversa. Più evoluta.

Decoder satellitare (Adobe Stock)
Decoder satellitare (Adobe Stock)

Lo switch off avverrà proprio quest’anno per concludersi, se non ci saranno intoppi, nel giugno 2022. Il digitale terrestre cambierà frequenze in modo tale da adattarsi al passaggio alle nuove trasmissioni con segnale in 5G.

Il nuovo sistema di connessione Internet, infatti, viaggia sulle frequenze dell’attuale segnale televisivo. Da qui la migrazione di tutti i canali al Dvb-T2 Hevc, in modo da liberare spazio di frequenze, necessario per lo sviluppo della rete 5G anche in zone non metropolitane. Qualcosa sta già cambiando.

Digitale Terrestre, l’importanza dei Mux. E non solo

Mux (Adobe Stock)
Mux (Adobe Stock)

Nel Lazio e in Sicilia sono state eseguite nuove modifiche alla composizione dei mux locali. Mux è un’altra abbreviazione, sta per “Multiplex“, una tecnica di trasmissione/diffusione del segnale televisivo digitale, tramite il quale più canali televisivi, radiofonici o di dati, vengono diffusi sulla medesima banda di frequenze.

LEGGI ANCHE >>> Novità di Google in vista anche per Gmail e Fogli

Questa tecnica permette di veicolare trasmissioni di diverse emittente fino a casa nostra, sulla stessa banda di frequenza elettromagnetica. Da qui l’importanza dei Mux, grazie ai quali si possono usare meno frequenze per trasmettere più canali. I principali operatori televisivi italiani hanno uno o più MUX del digitale terrestre: ad esempio la RAI ha 5 MUX, Mediaset altrettanti.

LEGGI ANCHE >>> Il “caro spedizioni” tra Cina ed Europa minaccia i prezzi dell’hi-tech, destinati a salire

Le modifiche locali del digitale terrestre segnalate nel Lazio riguardano quattro canali. Il primo è l’entrata in scena di un nuovo canale, Maria Vision, chiaramente di spiccate tematiche religiose: è stato inserito alla posizione 246 del Mux Telepontina.

Teleambiente rimane sempre al 78, ma c’è solo una leggera modifica del nome in TeleAmbiente. Il canale Gary TV 1, invece, ha preso invece il posto di Travel TV (112), mentre all’LCN 151 risulta il canale EPIQA, ma in realtà ha ancora lo schermo nero.

Novità anche in Sicilia, dove bisogna effettuare la risintonizzazione per ciò che riguarda la composizione dei canali M8x 7Gold Sicilia 99. Ant. Mediterraneo HD passa al numero 514 ed è la versione duplicata di Ant. Mediterraneo (LCN 14).

Teleone (canale 19) cambia nome (Tele One 19) ed avrà una versione tutta nuova in HD al 519.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here