Virgin Hyperloop svela il design interno ed esterno dei pod – VIDEO

0
341

Virgin Hyperloop realizza un nuovo video per descrivere la user experience nei vagoni del futuristico sistema di trasporto.

Virgin Hyperloop POD
Il POD di Virgin Hyperloop protagonista del test 2020 (image from twitter.com/virginhyperloop)

Viaggiare a terra alla velocità del suono. È questo l’obiettivo di tutti i sistemi di trasporto più futuristici che le varie aziende big tech stanno mettendo a punto. Oggi parliamo di Virgin Hyperloop, che ha pubblicato un nuovo video dedicato alla user experience che i passeggeri si troveranno a vivere all’interno dei suoi pod.

La compagnia dell’eclettico Richard Branson lavora a un veicolo che viaggia a levitazione magnetica dentro a tubi (loop) a bassa pressione a una velocità di oltre 1200 km all’ora. Non a caso lo spot parla di connettere città nel giro di minuti. La tecnologia attuale non è ancora in grado di arrivare a tanto, ma Virgin si porta avanti mostrando a tutti che tipo di futuro si immagina.

A novembre, Virgin Hyperloop aveva già realizzato un video con il primo viaggio di due passeggeri a bordo di una capsula nella sua base in Nevada. Il veicolo di test ha raggiunto la velocità puramente dimostrativa di “soli” 172 chilometri orari. Bazzecole in confronto a quanto si cerca di ottenere. Il nuovo promo offre invece un rendering inedito sia dei pod magnetici che delle infrastrutture, e cioè stazioni e loop.

POTRESTI LEGGERE ANCHE>>> Con l’autenticazione biometrica, nessuno potrà accedere alle nostre chat su WhatsApp

Virgin Hyperloop ci mostra come immagina i viaggi del futuro

Virgin Hyperloop Logo
Virgin Hyperloop sogna un veicolo in grado di superare la velocità del suono (image from twitter.com/virginhyperloop)

Si parte dall’imbarco dei passeggeri, che avviene in una stazione anch’essa dal design avveniristico. La forma del pod, o meglio del “commercial vehicle”, ricorda da vicino quella di un proiettile che scivola silenziosamente lungo il “quasi-vuoto” del tubo. Ovviamente si tratta di un mezzo di trasporto che ricorda più da vicino un’astronave ricostruita dallo scenografo di un film di fantascienza, che non un treno. E Virgin, che sta sviluppando anche i suoi veicoli spaziali commerciali, ne sa qualcosa. In ogni vagone, se così possiamo definirlo, possono viaggiare 28 persone alla volta, sedute su sedili a incasso provvisti di display al LED.

Tutti i comfort della capsula

E così, il charger magnetico per smartphone e computer diventa il minimo sindacale, i sedili sono integrati con notifiche al LED che informano i viaggiatori della strabiliante velocità di crociera e di quanti minuti mancano a destinazione. In più, l’interno della capsula è illuminato a giorno e il soffitto trasmette le immagini di un cielo naturale, la cui luminosità varia a seconda delle fasi del viaggio. Proprio come i binari di una ferrovia, anche i tubi presentano gli scambi che consentono a un pod di cambiare tragitto.

FORSE TI INTERESSA->Cerere prima megalopoli nello spazio: “Ci trasferiremo entro 15 anni”

Il CEO di Teague, la società incaricata di progettare il pod, ha confessato di essersi ispirato all’industria aerea, ferroviaria, dell’automotive e persino dell’ospitalità per garantire ai viaggiatori di Virgin Hyperloop la migliore esperienza possibile. Giudicate voi dal video se l’obiettivo è stato centrato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here