Telegram può importare le chat da WhatsApp

0
416

Con il nuovo aggiornamento Telegram è capace di importare le chat di WhatsApp. Tanti gli utenti interessati dopo aver cambiato piattaforma.

Pvel Durov Telegram chat da WhatsApp
Pavel Durov, ceo e founder di Telegram (by TechCrunch, licensed under CC BY 2.0)

Telegram batte il ferro finché è caldo. I nuovi termini di servizio di WhatsApp hanno spaventato milioni di utenti, che hanno sentito la propria privacy minacciata. È piú che probabile che all’origine di molti timori ci sia un fraintendimento, ma tant’è: sono tantissimi i consumatori che stanno lasciando WhatsApp per approdare alle piattaforme concorrenti come Signal e soprattutto Telegram.

L’azienda di Pavel Durov, che da sempre si è proposta come il competitor principale di WhatsApp senza di fatto riuscire mai a impensierirlo, ha visto salire vertiginosamente i propri iscritti in questo mese di gennaio, superando il mezzo milione. Ora ha intenzione di tentare gli indecisi che ancora non hanno fatto il salto della barricata. Infatti, con l’ultimo aggiornamento, Telegram mette a disposizione dei suoi iscritti l’importazione delle chat da WhatsApp. Vediamo come fare.

DAI UN’OCCHIATA A->Facebook: numeri di telefono in vendita su Telegram grazie a un bot, la scoperta…

Come importare una chat di WhatsApp su Telegram

Telegram importa chat da WhatsApp
Da oggi è possibile esportare chat da WhatsApp a Telegram (image from facebook.com/YouTelegram)

Per ora la funzionalità esiste solo su iOS ed è chiaramente utilissima anche per chi ha già portato a termine la migrazione. L’operazione è semplicissima. Bisogna selezionare la chat di gruppo o personale su WhatsApp. Selezionare l’icona del gruppo o il nome dell’interlocutore sulla parte alta della schermata, e quindi selezionare la funzione “export chat”. Tra le destinazioni disponibili compaiono ora anche le conversazioni di Telegram.

TI POTREBBE INTERESSARE>>>Con l’autenticazione biometrica, nessuno potrà accedere alle nostre chat su WhatsApp

Al momento di essere visualizzati su Telegram, le chat e i messaggi originati da WhatsApp saranno evidenziati tramite l’etichetta “importato” e appariranno in ordine di importazione, diciamo, invece che di invio. Peraltro, la cronologia delle chat di gruppo può essere esportata anche con le relative immagini. Ma l’aggiornamento di Telegram non si limita all’importare le chat da WhatsApp: da oggi è possibile regolare il volume audio dei singoli partecipanti alle chat vocali o denunciare gruppi fraudolenti e furti d’identità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here