Super Cashback di Stato da 1.500 euro: quanti acquisti servono per il bonus?

0
507
Cashback di Stato (Sito ufficiale)
Super Cashback di Stato (Sito ufficiale)

A partire dallo scorso 1 gennaio 2021 è partito il Cashback di Stato, il programma che permette a coloro che pagano con carte di credito, bancomat e similari, di ottenere un rimborso del 10% su ogni transazione fino ad un massimo di 150 euro. E’ inoltre previsto un extra bonus, il cosiddetto Super Cashback da 1.500 euro, riservato a coloro che hanno effettuato più transazioni nell’arco del periodo stabilito, leggasi 1 gennaio, 31 giugno 2021. Il sito Punto-informatico.it ha provato ad ipotizzare quanti acquisti servano per poter assicurarsi l’interessante bonus di cui sopra, “Per rispondere alla domanda – si legge – abbiamo preso in considerazione la soglia minima indicata quotidianamente nelle ultime due settimane, aggiornata di giorno in giorno”, a cominciare dalle 20 del 19 gennaio, quindi le 33 del 25, le 39 del 28 e le 46 di oggi, martedì 2 febbraio. Di conseguenza, a seguito di un semplice calcolo, è facile scoprire che servono almeno 1.4 acquisti ogni giorno per raggiungere “l’impresa”.

Cashback di stato, diamo i numeri (Sito ufficiale)
Super Cashback di Stato, i dettagli (Sito ufficiale)

LEGGI ANCHE PagoPA fa chiarezza: Cashback e un futuro incerto

SUPER CASHBACK DI STATO: SERVONO 250/260 ACQUISTI DA QUI A GIUGNO

Facendo un altro breve calcolo, moltiplicando la media di cui sopra per i 181 giorni in totale che restano fino alla metà dell’anno, è ipotizzabile che servano almeno fra le 250 e le 260 transazioni per poter rientrare nelle prime 100.000 posizioni: “Lo scarto – specifica Punto-informatico.it – è dovuto al metodo di calcolo impiegato: 252 riferendo le 46 spese alla giornata di ieri, 261 includendo oggi”. Ovviamente si tratta di numeri, di calcoli, di ipotesi, e anche se la matematica non è un’opinione potrebbero verificarsi una serie di variabili allo stato attuale incontrollabili, a cominciare dal capire come evolverà la situazione pandemica da qui all’estate e di conseguenza se la crisi economica continuerà a “mordere” o meno. Non è inoltre da escludere che la media di acquisti giornalieri possa diminuire nelle prossime settimane, magari con lo scemare dell’effetto cashback di stato, o al contrario, incrementarsi con l’avvicinarsi della “meta”. In ogni caso, per la classifica finale bisognerà attendere il prossimo 10 luglio, come fatto sapere da PagoPA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here