Amazon e la truffa che preoccupa: milanese raggirata mentre acquista frigo

0
363

E’ stata segnalata una truffa online riguardante Amazon, decisamente preoccupante. Cominciamo dal dire che il portale di e-commerce più famoso al mondo è totalmente estraneo alla vicenda, ma un malintenzionato ha approfittato della fiducia pressoché incondizionata che i clienti hanno nei confronti del portale web, per appunto dare vita ad una truffa online.

Amazon, milanese truffata (Foto Wired)
Occhio alla truffa che sfrutta Amazon (Foto Wired)

Come spiega l’edizione online de La Stampa, il tutto è avvenuto a spese di una donna di Milano convinta di acquistare un frigorifero di ottima fattura da un venditore tedesco, con il solo risultato di aver perso circa 600 euro, e probabilmente di aver subito anche il furto di dati sensibili. Dopo la vicenda, la vittima ha sporto denuncia e la procura di Milano ha di conseguenza aperto un’indagine per cercare di capire nel dettaglio cosa sia accaduto alla 69enne milanese.

Attenzione alla truffa via Amazon (Foto Amazon.com)
Donna truffata via Amazon (Foto Amazon.com)

TRUFFA VIA AMAZON: ECCO COSA POTREBBE ESSERE ACCADUTO

LEGGI ANCHE Cashback di stato con Amazon? Certo che si può, ecco come fare

Ma ricostruiamo la vicenda in cui, come detto sopra, Amazon risulta essere totalmente estranea ai fatti. Il 12 novembre scorso la donna ha speso 559 euro per acquistare un frigorifero, per poi ricevere via email che l’ordine era stato cancellato e che l’importo era stato quindi stornato. Amazon ha quindi comunicato all’acquirente la cancellazione dell’ordine e aveva poi riaccreditato l’imborso. Fin qui tutto normale se non per il fatto che poco dopo la stessa acquirente ha ricevuto un’altra email, apparentemente dal venditore tedesco del frigorifero, che le comunicava che l’ordine si poteva rinnovare e allo stesso prezzo. La donna ha quindi effettuato il nuovo pagamento, sempre da 559 euro, attraverso un bonifico bancario su un iban fornito nell’email.

LEGGI ANCHE Amazon installa telecamere nei furgoni delle consegne, ed è polemica…

Peccato però che dopo aver versato i soldi, il venditore si sia dileguato e ovviamente il frigorifero non sia mai arrivato, visto che l’email proveniva da un venditore finto. E’ probabile che alcuni malintenzionati abbiano hackerato le credenziali della 69enne, cancellando quindi l’ordine da Amazon, di modo da inviare poi la successiva email “fake” per il nuovo versamento. Il consiglio, in questi casi, è quello di acquistare via Amazon attraverso i canali tradizionali, e soprattutto pagando attraverso i classici campi da compilare che si trovano sul sito, e mai invece via email con un bonifico esterno al portale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here