Arriva Huracan, il nuovo trojan bancario in vendita sul Dark Web: cosa fa

0
162

Si chiama Huracan ed è il nuovo pericoloso trojan bancario in vendita sul Dark Web: discendente di Anubis, è in grado di compiere pericolosissime azioni

Trojan Huracan
Huracan, il virus pericolosissimo (Pixabay)

Un nuovo virus è in vendita sul Dark Web: si tratta di Huracan, un’evoluzione del precedente Anubis, il cui costo è di 1.000 dollari mensili o 2.500 annuali da pagare tramite intermediario e senza eventuale rimborso. Tale virus è della Cybercrime Spa, un gruppo organizzato di hacker veterani e non solo, ed a trovarlo su un forum sono stati i ricercatori di Bank-Security.

Huracan è un trojan bancario per dispositivi Android ad alta potenza, per come viene descritto. Sarebbe in grado, e c’è da fidarsi, di spiare l’utente e captare addirittura i dati di accesso ad un eventuale conto corrente per poi inviarli al server di controllo e “consegnarli” all’hacker. Quest’ultimo a quel punto avrà via facile per sottrarre il denaro alla vittima.

LEGGI ANCHE—> Diritti tv, SKY al contrattacco: “Accordo DAZN-TIM lede il principio di concorrenza”

Cosa può fare Huracan e perché è ancor più pericoloso oggi

Trojan Huracan
Huracan, il virus pericolosissimo (Pixabay)

Secondo quanto dichiarato sul forum presente nel Dark Web, Huracan sarebbe in grado di compiere le seguenti azioni:

  • Inviare, ricevere e leggere SMS
  • Installare, cancellare applicazioni e leggere la lista di quelle già presenti sul dispositivo
  • Attivare o disattivare CryptoLocker
  • Attivareo disattivare KeyLogger
  • Gestire le notifiche
  • Registrare microfono e schermo
  • Fare video e scattare foto
  • Chiamare
  • Aprire il browser e cliccare su link

LEGGI ANCHE—> GameStop saluta il direttore finanziario Jim Bell: titolo vola in Borsa

Oltre la pericolosità in sé, a far temere è il fatto che sia un virus nuovo. Non è certo infatti che, pur derivando da Anubis, sia allo stesso modo attaccabile. Anubis attualmente è vulnerabile ai diversi antivirus commerciali. Non resta che aspettare, purtroppo, che Huracan si espanda, per capire come combatterlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here