YouTube lancia un nuovo strumento per i giovanissimi: di cosa si tratta

0
93

YouTube ha lanciato un nuovo strumento alternativo alla piattaforma Kids, per soddisfare appieno le esigenze di ragazzi preadolescenti: di cosa si tratta

YouTube per i giovani
YouTube, nuovo strumento per i giovanissimi (Pixabay)

Sono ormai sei anni che esiste la piattaforma autonoma YouTube Kids per i bambini fino a 13 anni, ma il colosso di Mountain View ha deciso di aggiungere un nuovo strumento per controllare i contenuti della piattaforma.

Ad oggi, i ragazzi in età preadolescenziale hanno “necessità diverse, che i nostri prodotti non soddisfacevano completamente”, ha spiegato l’azienda. “I bambini mostrano una curiosità insaziabile e un bisogno di acquisire maggiore indipendenza trovando nuovi modi per imparare, creare e sviluppare un senso di appartenenza”.

POTREBBE INTERESSARTI-> SSD? No, grazie. Nei data center l’uso degli HDD ha ancora un ruolo centrale

YouTube, i dettagli sul nuovo strumento per gli under 13

YouTube
YouTube, nuovo strumento per i giovanissimi (Pixabay)

Per i genitori che reputano i propri figli pronti per esplorare i contenuti di YouTube, è stato pensato uno strumento in grado di fornire l’accesso alla piattaforma tramite un account Google supervisionato. Fino ad ora era possibile aprire un account al proprio figlio under 13 grazie ad una delle opzioni Family Link, ma non era possibile concedere e controllare l’accesso a YT. Si potevano solamente controllare la cronologia, le app su Google Play, i dispositivi Android, l’e-mail e Chrome.

POTREBBE INTERESSARTI-> SPID obbligatorio per pagare tasse e bollette a partire da oggi

“Sin dall’inizio, YouTube è una piattaforma rivolta agli utenti di età superiore a 13 anni e, se bambini vogliono utilizzare la piattaforma, raccomandiamo – ha ammesso l’azienda – sempre ai genitori di farlo insieme a loro”.

YouTube è da sempre molto attenta nei confronti dei più piccoli ed in generale tende ad evitare totalmente che alcuni tipi di contenuti, come quelli contenenti scene di sesso o violenza, possano essere pubblicati sulla propria piattaforma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here