Samantha Cristoforetti di nuovo nello Spazio: “Sono onorata”

0
100

L’astronauta Samantha Cristoforetti prenderà parte ad una nuova missione sulla Stazione Spaziale Internazionale nel 2022

Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti (Twitter)

Samantha Cristoforetti è pronta per una nuova missione spaziale. L’astronauta italiana tornerà sulla Stazione Spaziale Internazionale nella primavera del 2022 per prendere parte ad un programma che prevede esperimenti di riproduzioni di parti metalliche grazie a stampanti in 3D spaziali.

AstroSamantha, com’è stata soprannominata, si è detta felice ed onorata di poter prendere parte al progetto nel corso di una conferenza stampa in cui era presente, tra gli altri, anche il nuovo Direttore Generale dell’Esa Josef Aschbacher che ha annunciato l’ufficialità della cosa. “Samantha è un modello eccellente per chiunque si candidi alla selezione per astronauti Esa 2021/22 annunciata nei giorni scorsi”, ha aggiunto.

POTREBBE INTERESSARTI-> WhatsApp aggiunge la funzione che auto-distrugge le immagini

Samantha Cristoforetti, per lei è già in corso l’addestramento in vista del 2022

L’addestramento della Cristoforetti per la sua seconda missione è già iniziato con delle lezioni di aggiornamento presso il Centro Europeo per gli astronauti che si trova in Germania (Colonia) e presso il Johnson Space Center della Nasa a Houston, in Texas.

Nei mesi a venire Samantha si addestrerà su esperimento ed incarichi specifici che dovrà eseguire nello spazio. Attualmente nome e logo della missione sono ancora segreti e “verranno annunciati in un secondo momento dall’Esa”, ha sottolineato l’astronauta italiana.

POTREBBE INTERESSARTI-> Verso la chiusura del Cashback di Stato, ipotesi del nuovo Recovery Plan

In attesa di potersi addestrare sui nuovi esperimenti, Samantha Cristoforetti seguirà esperimenti come Lidal, Nutriss, Acoustic Diagnostics, Mini-Euoso, già presenti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e su cui ha lavorato anche Luca Parmitano nel corso della missione Esa Beyond nel 2019.

Il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia, ha ammesso di aspettarsi continuità nel sostegno alle attività spaziali italiane da parte del governo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here