Zoom Immersive View: la funzione che ci trasporta in… sala riunioni

0
144

Zoom Immersive View è stata ufficialmente lanciata. La nuova funzione permetterà ai partecipanti dei meeting di essere “trasportati” in una sorta di sala riunioni virtuale. 

Zoom Immersive View
La Zoom Immersive View

Era stata annunciata qualche tempo fa ed ora, finalmente, è qui. La Zoom Immersive View è realtà per tutti, a patto di avere scaricato ed installato l’ultima versione del client per Windows e macOS – la 5.6.3. Si tratta di una funzione che potrebbe cambiare in modo sensibile il modo in cui vivremo le conferenze a distanza con colleghi e coworkers.

POTREBBE INTERESSARTI –> Dati sensibili via WhatsApp e Zoom: lo fa più del 70% dei colletti bianchi

Come funziona la Zoom Immersive Room, ma soprattutto… cos’è?

Zoom Immersive View
Zoom, la popolare app per video chiamate e conference call (photo by Anna Shvets from Pexels)

In sostanza i partecipanti al meeting verranno trasportati virtualmente in un’unica stanza nella quale, tutti i presenti, appariranno l’uno fianco all’altro. Una sorta di simulazione della realtà, con i partecipanti seduti al tavolo delle riunioni come fossero in azienda.

Il limite massimo consentito per questa funzione è di 25 partecipanti, influenzato da ovvi motivi quali la risoluzione dello schermo e le prestazioni del nostro dispositivo. A controllare la Zoom Immersive View sarà l’host, che potrà decidere non solo di attivarla o disattivarla a piacere, ma anche di decidere chi si posiziona dove. Ovviamente sarà possibile cambiare anche lo sfondo nonché la location in cui appariranno i presenti (auditorium, classe, sala riunioni e così via).

L’obbiettivo è favorire la concentrazione dei partecipanti ai meeting, ma anche aumentare l’affiatamento del team in un periodo dove vedersi è sempre più difficile e, per ovvie ragioni, il collante tra colleghi e coworkers potrebbe venire meno. Stesso discorso può essere trasposto nella DAD, dove i presenti saranno costretti a mostrarsi e a comportarsi come fossero in classe.

POTREBBE INTERESSARTI –> Non si accorgono che Zoom è live: dirigenti scolastici insultano i genitori – VIDEO

Si tratta di una funzione che potrebbe tornare utile anche per scopi di marketing come la presentazione di un team ad un eventuale cliente. Una visione più ordinata e curata dei membri di uno staff o per emulare come mai prima d’ora l’aula scolastica ed i suoi partecipanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here