La Top Ten delle città più tecnologiche al mondo: e l’Italia?

0
346

Il futuro delle grandi metropoli parlerà il linguaggio hi-tech: in questa classifica vi raccontiamo le dieci città più avveniristiche e innovative.

Metropoli
Le grandi metropoli di oggi sono in costante evoluzione (by Adobestock)

Sono tante, ed in continua evoluzione. Sono sparpagliate ad ogni angolo del nostro pianeta e rappresentano il palcoscenico urbano delle generazioni future, che si tinge dei moderni colori dell’ipertecnologia. Stiamo parlando delle grandi metropoli, ciascuna con la propria fisionomia ma legate tutte da un minimo comun denominatore: il progresso, che nell’era della rivoluzione informatica sta toccando passo dopo passo vette insperate.

L’avvento dei computer in alcuni casi ha migliorato la qualità dell’esistenza, sono in tanti  però a storcere ancora il naso ritenendo la macchina non necessariamente un fattore di benessere. Di sicuro l’uomo ha modificato molto le sue abitudini e lo stile di vita in relazione alle modifiche dell’ambiente circostante, che dopo la diffusione della rete internet su larga scala ha dovuto giocoforza adeguare infrastrutture architettoniche e sociali.

Quali criteri vengono adottati per definire le città “tecnologiche”

Città tecnologiche
Sono stati presi in esame numerosi fattori, sia tecnologici che ambientali (by Adobestock)

Le coordinate prese in esame sono molteplici, si va da centri studio e laboratori di ricerca a grattacieli futuristici, riscaldamenti a pannelli solari, automobili alimentate con eco-combustibili e chi più ne ha più ne metta, con un occhio di riguardo per la vivibilità. Su queste premesse l’Italia purtroppo resta fuori da ogni possibile catalogazione, scorrendo invece dal basso fino in cima Tel Aviv, decima in assoluto, si candida ad autentica superpotenza non solo del Medio Oriente ma del mondo intero, con una nuova startup ogni 1400 persone (in tutto il tech-hub israeliano ne conta seimila) ed enormi margini di crescita nei settori medico, aerospaziale e della cybersecurity.

Nona in classifica Monaco di Baviera, che svetta in Europa per numero di connessioni ADSL: ben il 65% degli abitanti della città tedesca sono coperti dalla banda larga, una media di molto superiore a qualunque altro stato del vecchio continente. All’ottavo posto si piazza Bangalore, non più una sorpresa ma una realtà consolidata da qualche anno se è vero che nei dieci edifici che compongono il Bagmane Tech Park (parco multimediale di sviluppo software) si condensa quasi il quaranta percento dell’ information technology indiana.

FORSE TI INTERESSA ANCHE –> Vinted, la startup dei vestiti usati vola a 4,5 miliardi di valore

Settima la capitale della Finlandia, Helsinki, un autentico gioiello in continua espansione che vanta wi-fi gratuito praticamente ovunque ed un’ammirevole Università della Tecnologia dove nascono molti dei futuri progetti Nokia. Per Seattle, sesta, parlano le sedi di Amazon e Microsoft, un gradino sopra troviamo invece San Francisco che grazie alla Silicon Valley è da sempre centro leader dell’innovazione informatica. Se poi ci aggiungiamo gli uffici Apple, Facebook e Google Inc. si capisce il perché sino a poco tempo fa San Francisco era stabile sul podio, scavalcata solo di recente dai colossi dell’Estremo Oriente.

LEGGI ANCHE QUI>>> Monarch Tractor, una startup e un trattore green 

Ad Hong Kong, quarta, tanto per intenderci ai ristoranti le ordinazioni ormai le prendono i robot, mentre il governo “agevola” le startup locali con performance da un gigabyte al secondo: più o meno ciò che sta accadendo a Singapore, terza, dove il magnifico Block 71 catalizza la start-up community con finanziamenti da quasi un miliardo di dollari. Seconda in classifica la capitale della Corea del Sud Seoul, che si distingue più che altro per le grandi attenzioni riposte nei videogiochi e nei dispositivi mobili, chiude la kermesse al primo posto l’immancabile Tokyo, che eccelle in fondi investiti nelle cosiddette “venture capital” e fa dell’ Electric Town (il suo quartiere hi-tech) l’autentico epicentro dello sviluppo elettro-ingegneristico globale.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here