Come rimanere connessi anche in vacanza: i migliori dispositivi per il tuo Wi-Fi da viaggio

0
168

Nonostante qualche problema di troppo dato dalla variante delta e i contagi che non sono del tutto ok, le vacanze ormai sono alle porte per molti cittadini italiani che abbandoneranno le proprie case e i propri WI-FI per andare in villeggiatura, magari portandosi nella valigia uno dei migliori router WiFi portatili.

WiFi (Adobe Stock)
WiFi (Adobe Stock)

Un router WI-FI portatile è un dispositivo dotato di batteria ricaricabile e un alloggiamento per ospitare una SIM Card che è in grado di sfruttare le reti mobili per connettersi ad Internet e condividere il segnale fra più terminali, e può sfruttare le reti di telefonia mobile attraverso una scheda SIM dedicata al traffico internet, così da permettere a un utente di creare la propria rete Wi-Fi ovunque si trovi.

Connessi in vacanza, i dispositivi Wi-Fi da tenere in considerazione

Router portatile (Adobe Stock)
Router portatile (Adobe Stock)

Anche se Tablet e Netbook spesso offrono la possibilità di avere un modem integrato, e con gli hotspot degli smartphone siamo praticamente a posto lontano da casa, non sempre riescono in modo semplice e trasparente a condividere la connessione a Internet con altri dispositivi. Da qui l’inevitabile successo dei Router iFi portatili, comparsi anche nelle offerte di molti operatori mobili, uniti a piani dati più o meno convenienti.

LEGGI ANCHE >>> Ha comprato per caso il cellulare dell’FBI: ecco tutto quello che ha trovato

Un router Wi-Fi portatile sfrutta le reti di telefonia mobile e può connettere più dispositivi a differenza, per esempio, di una chiavetta WI-FI, quindi aumentare le performance, come se si stesse a casa. Il compromesso da considerare al momento dell’acquisto è quello fra la performance, appunto, e la copertura: meglio dotarsi di un apparecchio che possa essere utilizzabile anche con il 5G, nonostante il 4G e 4G+ continueranno a essere supportati nelle rispettive frequenze, ancora per molti anni.

LEGGI ANCHE >>> Ha comprato per caso il cellulare dell’FBI: ecco tutto quello che ha trovato

Importante acquistare un router Wi-Fi portatile “sbloccato”, senza SIM inclusa e compatibile con schedine di qualunque operatore scegliate, oppure “bloccati”, venduti cioè da un operatore telefonico e vincolato alla SIM inclusa all’acquisto: se viaggiate molto ma solo in Italia vi troverete probabilmente bene anche con un dispositivo bloccato, ma se trascorrete lunghi periodi all’estero potrebbe convenirvi un router sbloccato, con cui utilizzare per esempio una SIM locale.

Tanti, tantissimi i modelli, ad hoc per qualsiasi tasca. C’è il TP-LINK TL-MR3020 Router 3G/4G Portatile Wireless N 150 Mbps, a soli 22,99 euro. Piccolo, compatto ed efficiente, con molte funzioni in un solo dispositivo: funziona da router Wi-Fi collegato ad una rete ethernet, ma può funzionare anche da router 4G.

Con il D-Link DWR-730 sale il prezzo, anche se alla portata di molti e comunque sotto i 50 euro (44,79 euro): grande autonomia, elegante nel design. Funziona con il moderno protocollo HSDPA+ che garantisce una velocità teorica di collegamento fino a 21.6 Mbps, anche se tale valore risulta spesso inferiore perché non del tutto supportato dalle reti degli operatori italiani. Il software di gestione è molto completo ed offre funzionalità in genere disponibili solo su router hi-fi domestici.

Nel rapporto qualità-prezzo c’è da considerare l’Hamlet HHTSPT3GM42 43,2 Mbps, compatto e leggero, grazie al display multifunzione semplifica le operazioni di configurazione. E costa anche poco: 30,99 euro non sono poi una enormità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here