Nasce Gyala, la start-up italiana per la difesa delle aziende dai attacchi hacker dannosi

0
297

Gli attacchi hacker stanno aumentando a dismisura, ma una start-up italiana promette di proteggerci grazie all’uso dell’intelligenza artificiale.

Attacco hacker
Attacco hacker Foto di Lorenzo Cafaro da Pixabay

L’attacco ransomware contro la Regione Lazio è la notizia del giorno ovviamente, ma non è l’unico tipo di invasione da parte degli Hacker, sempre più evoluti e raffinati ed in grado di danneggiare i nostri dati, di bloccarli oppure di rubarli per venderli al miglior offerente. L’offensiva globale è in netta crescita e per difenderci servono strumenti sempre più raffinati. Il rapporto Clusit, l’Associazione italiana per la sicurezza informatica, ha confermato che negli ultimi 4 anni la crescita è stata addirittura del 78%: un attacco grave ogni 5 ore verso piccole e medie imprese italiane.

Dunque è fondamentale trovarsi preparati all’evento, cosa che accade di rado perché viene troppo spesso sottovalutato, ma nel panorama dei “difensori” dei nostri sistemi è apparsa una start-up italiana davvero innovativa. Si chiama Gyala e naturalmente si occupa di Cybersecurity, mettendo a disposizione soluzioni di business intelligence con l’obbiettivo di prevenire e gestire tutte le minacce informatiche. Questa piccola azienda nasce grazie all’esperienza ventennale nel campo della sicurezza nel web.

Gyala, la start-up italiana che ci difende dagli attacchi informatici

Nicola Mugnato, direttore generale, spiega come sia stata creata una soluzione all’interno del Piano Nazionale di Ricerca Militare. Da qui è stato poi deciso di utilizzarla anche nella società civile, per le aziende. Dopo la fondazione, avvenuta nel 2017, è iniziato un lungo processo di adattamento alla esigenze della PMI italiana, forti del know how maturato in ambito militare.

LEGGI ANCHE: Ikea presenta il suo purificatore d’aria Starkvind, con un design fantastico è un perfetto arredo high tech dei tuoi ambienti

Da chi bisogna difendersi? Da attacchi randomici, casuali, e dal phishing, comunque attacchi non targhetizzati. Poi bisogna fare attenzione a quelli mirati, che gli hacker creano apposta per prendere informazioni specifiche e rubarle. Ricorrere ad esperti di sicurezza è dunque imprescindibile, perché va evitata a qualunque costo la perdita di dati o la loro diffusione, tanto più se sensibili o riservati.

LEGGI ANCHE: Hubble ci sbalordisce ancora: catturata la collisione di 3 galassie che si annientano tra loro – [VIDEO]

La Gyala è stata fondata da Mugnato insieme ad altri due imprenditori romani, Gian Roberto Sfoglietta e Andrea Storico e sfrutta sofisticati algoritmi di intelligenza artificiale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here