Non vuoi perderti la notte di S.Lorenzo? ecco quando e come utilizzare lo smartphone per catturare le stelle cadenti

0
315

Sta per arrivare la notte di San Lorenzo, con la miriade di stelle cadenti visibili in cielo: ecco come immortalarle con lo smartphone.

stelle cadenti (Foto Adobestock)
stelle cadenti (Foto Adobestock)

Parliamo di un fenomeno astronomico che si ripete ogni anno, il passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi. Per tradizione la notte è quella dell’11 agosto, ma ogni anni assistiamo ad una variazione della data di uno o due giorni. Lo spettacolo della natura lascia sempre a bocca aperta: basta trovare uno spazio dove le luci artificiali non sono prevalenti e potremo assistere a questo momento magico, raccontato da millenni: lo spazio ci ha sempre affascinati ed entusiasmati.

Quest’anno poi la fortuna ci permette di avere la Luna nella sua fase minore e questo faciliterà ulteriormente la visione. Attenzione però: il momento di massimo passaggio per il 2021 è previsto per il 12 agosto, esattamente nella notte tra il 12 e il 13, quanto sarà possibile ammirare fino ad un massimo di 100 meteore l’ora.

Perseidi, come fotografarle con lo smartphone

stelle cadenti (Foto Adobestock)
stelle cadenti (Foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Il meteorite dei miracoli: identificati ed estratti. minerali che finora era solo fantasie scientifiche

Dunque tutti pronti con il naso all’insù per vedere questi fendenti luminosi solcare il cielo. Come comunica l’Unione Astrofili Italiani, l’UAI, il fenomeno naturale avrà la sua massima visibilità nella notte tra il 12 e il 13 agosto. Proprio per permettere a tutti gli appassionati e non di ammirare meglio le Perseidi l’UAI ha organizzato la manifestazione Calici di Stelle, ovviamente mantenendo tutte le limitazioni dovute al Covid.

LEGGI ANCHE:I Big del web obbligano i dipendenti al vaccino: prime discussioni per rientri in sede

Proprio questo sarà il modo migliore anche per riuscire ad immortalarli con i nostri smartphone. La fotografia astronomica infatti richiede strumenti di alta qualità, anche fotografici ed i nostri cellulari non hanno né le ottiche, né la risoluzione per riuscire a fermare il momento in cui è visibile una stella cadente. Per poterlo fare, eventualmente con un cellulare che possa permettere la modifica del tempo di posa, è necessario l’utilizzo di un telescopio a cui agganciarlo. Si tratta comunque di una questione tecnica molto complessa e per questo la soluzione migliore è rivolgersi ad una filiale dell’UAI che fornirà tutto il materiale necessario. In questo modo sarà possibile immortalare un momento davvero importante, che segna di fatto il cambio dell’estate, che inizierà ad avvicinarsi all’autunno astronomico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here