Oppo registra un nuovo e sensazionale brevetto: produrre i suoni da sotto al display dello smartphone per avere questi vantaggi

0
315

Un importante produttore di smartphone in Cina. Il terzo per l’esattezza, quinto a livello mondiale. Un marchio in ascesa grazie soprattutto alla sua politica, incentrata sullo sviluppo delle fotocamere. OPPO ha rilasciato un altro brevetto innovativo, che punta sulla produzione di suoni da sotto al display dello smartphone.

OPPO, il terzo marchio cinese, quinto nel mondo della telefonia (Adobe Stock)
OPPO, il terzo marchio cinese, quinto nel mondo della telefonia (Adobe Stock)

Il brevetto depositato da OPPO Guangdong Mobile Communications Co. riguarda un “Metodo di suono dello schermo, dispositivo, dispositivo elettronico e supporto di memorizzazione“. Classificato come CN109062536B, il brevetto è stato depositato per la prima volta il 23 luglio 2018, ma ha ricevuto l’approvazione dall’Ufficio brevetti cinese soltanto tre anni dopo, il 17 agosto. La pagina del brevetto evidenzia una delle strategie di OPPO e si riferisce al campo tecnico dei dispositivi elettronici. Il dispositivo include uno schermo in grado di vibrare e suonare, guidando lo schermo a produrre suoni.

OPPO, la riproduzione video è un mezzo per arrivare a un fine

OPPO, la forza sta nelle idee e in una società molto ramificata (Adobe Stock)
OPPO, la forza sta nelle idee e in una società molto ramificata (Adobe Stock)

Lo schermo presenta diverse aree di produzione del suono, ciascuna guidata da diversi eccitatori. Uno scenario di come potrebbe funzionare l’innovativo dispositivo è dato da una la riproduzione video: il metodo controlla se il video viene riprodotto in una piccola finestra e quindi seleziona un’area audio di destinazione diversa dalla posizione della piccola finestra del video. Quindi spinge l’area del suono target a vibrare e suonare attraverso, appunto, un eccitatore.

LEGGI ANCHE >>> Android Auto si rinnova ed è pronto a sfidare AAWireless grazie a Carsifi, che gli dona il wireless – [VIDEO]

Fondamentalmente è un metodo per la produzione del suono che utilizza lo schermo senza fare affidamento su dispositivi di produzione del suono come gli altoparlanti. Il brevetto è probabilmente parte di un piano più grande di OPPO, quello di una produzione di smartphone ancora più sottili. Un paio di anni fa la tecnologia a conduzione ossea sembrava essere una soluzione importante, a tal punto che lo stesso Xiaomi lo ha utilizzata sullo smartphone MIX di prima generazione, ma alla fine non ha preso piede come ci si aspettava. Chissà se OPPO la migliorerà, da capire se ci sarà un seguito a questo brevetto, visto che OPPO è solito rilasciarne tanti, in questo periodo.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp si espande ed abbraccerà anche i Tablet: a breve la versione per Android e iPad

OPPO è una società molto ramificata, suddivisa in quattro divisioni primarie: la sede principale in Cina, a Guangdong, si occupa della progettazione, costruzione e distribuzione dei prodotti alle divisioni primarie, e tre filiali in Europa, Stati Uniti e Corea del Sud, che si occupano invece della distribuzione locale dei prodotti provenienti dalla Cina. Non solo. Ecco altre divisioni secondarie, ognuna completamente autonoma dall’altra: OPPO Indonesia, Thailandia OPPO, OPPO Mora, OPPO India, OPPO ABB in RIL Hazira, Oppo Bangladesh, China OPP. La forza di OPPO è anche questa.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here