Anche Google Fit entra nella cerchia dei più scaricati: dopo anni d’attesa è stato ricompensata

0
120

Google Fit sbarca nell’olimpo delle app più scaricate. Dopo ben sette anni dal suo arrivo sul Play Store, l’app dedicata agli sportivi raggiunge la cifra ragguardevole di 100 milioni di download. 

Anche Google Fit entra nella cerchia dei più scaricati
Anche Google Fit entra nella cerchia dei più scaricati

Una lenta, ma costante crescita nel numero di download. La storia di Google Fit parte nel lontano 2014, anno in cui il servizio di monitoraggio dell’attività sportiva ideato e sviluppato da Google faceva il suo esordio su Play Store. Dal 2014 al 2019 i download sono arrivati a 50 milioni. Un balzo in avanti, dal 2019 ad oggi, ha poi portato l’app di big G a raggiungere la cifra sbalorditiva di 100 milioni di download, facendola entrare di fatto nell’olimpo delle app più scaricate.

Probabilmente, negli ultimi anni, nessuno avrebbe mai scommesso su questo risultato. Nel 2018, Google sembrava aver letteralmente accantonato l’ipotesi di un supporto costante alla sua app dedicata al fitness. Tuttavia, sempre nel 2018, arrivò un inaspettato rinnovamento grafico e di funzioni che rimise in pista Google Fit, portandola così al numero record di oggi.

POTREBBE INTERESSARTI –> Google gioca d’astuzia e prepara i suoi chip Pc e tablet in-house per contrastare la crisi dei semiconduttori che paralizza il mercato

Google Fit: una crescita lenta, ma costante

Anche Google Fit entra nella cerchia dei più scaricati
Anche Google Fit entra nella cerchia dei più scaricati

Tuttavia la transizione tra “vecchia” e “nuova” app non è stata del tutto indolore. Alcune funzioni si sono perse per strada e solo ultimamente Google sta tentando di reintrodurle nel servizio. Oltre alle funzioni base, vale a dire il monitoraggio di allenamenti, frequenza e passi, l’app offre la possibilità – solo ad alcuni modelli di Pixel – di monitorare la frequenza cardiaca e respiratoria tramite la fotocamera.

POTREBBE INTERESSARTI –> NitroPhone 1, lo smartphone Android più sicuro del Pianeta che si acquista anche in Bitcoin

Di fatto nell’interessa di Google c’è, anzitutto, preservare e far crescere l’ecosistema di FitBit, acquisita all’inizio del 2021. Un servizio che offre di per sé un’app dedicata al monitoraggio delle attività sportive e quant’altro. Questo potrebbe giustificare lo scarso interesse da parte di Google nel far crescere e sviluppare un app che ha comunque dalla sua una grande fetta di utenti che ogni giorno la utilizzano per monitorare le attività sportive. Inoltre c’è la sempre viva ipotesi di una possibile fusione dei servizi, integrando così le funzioni peculiari di Google Fit e l’app di FitBit, per un servizio più completo per gli utenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here