Sbarco lunare del ’69 diventa un’opera d’arte NFT grazie alla reinterpretazione della prima pagina del Corriere della Sera

0
203

20 luglio 1969, una data storica. Il giorno del primo allunaggio di un essere umano: quello di Neil Armstrong, comandante della missione Apollo 11, insieme a Buzz Aldrin, mentre il loro compagno Michael Collins, rimasto in orbita, controllava il modulo di comando Columbia. Il 20 luglio del 1969 diventa una data storica, indirettamente, anche per il Corriere della Sera.

20 luglio 1969, la prima volta di un uomo sulla luna (Adobe Stock)
20 luglio 1969, la prima volta di un uomo sulla luna (Adobe Stock)

All’epoca non c’era la cultura dei titoli a effetti. Forse non ce n’era neanche bisogno, è bastato un “L’uomo è sulla luna”. Con tanto di sottotitolino: “Alle 4,57 ha mosso i suoi primi passi” per entrare nella storia. Et voilà, Per la prima volta, una pagina del Corriere della Sera diventa un’opera d’arte digitale con gli NFT.

Andrea Bonaceto, uno dei pionieri italiani della cryptoart ammaliato dalle luci della ribalta con uno dei robot più avanzati del mondo per mercato artistico degli NFT, la cui fama è esplosa dopo che Christie’s ha battuto all’asta delle opere digitali dell’artista Beeple alla cifra record di 69 milioni di dollari, ha reinterpretato la storica prima pagina dello sbarco sulla Luna.

Un’opera messa all’asta il prossimo 23 settembre, alle ore 18

Dopo gli sbarchi del programma Apollo, nessun essere umano ha più camminato sulla Luna (Adobe Stock)
Dopo gli sbarchi del programma Apollo, nessun essere umano ha più camminato sulla Luna (Adobe Stock)

La prima del Corsera, dunque, trasformata in un’opera, che sarà messa all’asta giovedì 23 settembre, alle ore 18 (per un tempo limite live di un’ora), insieme con tre ritratti singoli dei tre astronauti dell’Apollo 11 su Nifty Gateway, un marketplace centralizzato basato su USD per l’acquisto e la vendita di Nifty, una piattaforma che collabora con i migliori artisti e marchi per creare collezioni di Nifties esclusi e di alta qualità, in edizione limitata. L’opera è dinamica e cambierà nel suo stato finale, quando l’uomo tornerà sulla luna. Dieci edizioni all’asta della reinterpretazione della prima pagina dello sbarco sulla luna, edizioni limitate degli astronauti, protagonisti di questa storica missione spaziale.

Here men from the Planet Earth first set foot upon the moon, July 1969, A.D. We came in peace for all mankind”. L’eco delle parole di Neil Armostrong, dunque, rimbomberanno in occasione della presentazione di Andrea Bonaceto il prossimo 23 settembre. Indimenticabile, d’altronde, quel giorno, il primo in cui deggli esseri umani atterrarono sulla Luna, all’apice della guerra fredda fra Stati Uniti e Russia.

LEGGI ANCHE >>> Blue Origin e SpaceX si stanno battendo a suon di progetti per il nuovo Lander lunare: chi la spunterà?

Il primo astronauta a camminare sulla superficie lunare fu Neil Armstrong, comandante dell’Apollo 11, mentre l’ultimo fu Eugene Cernan, che durante la missione Apollo 17 camminò sulla Luna il 14 dicembre 1972.

LEGGI ANCHE >>> Offerta WindTre irripetibile: ora puoi provare gratis la rete 5G per un mese e poi decidere per il passaggio 

Dopo gli sbarchi del programma Apollo, nessun essere umano ha più camminato sulla Luna. Gli statunitensi persero interesse, i sovietici continuarono con sonde automatiche (tra cui le Lunochod), che riportarono anche campioni di suolo lunare sulla Terra. Le altre nazioni non avevano le risorse necessarie e le due superpotenze non vedevano un vantaggio tale nell’esplorazione da giustificare gli altissimi costi. Oggi non è più così, la luna torna in copertina. In primis con l’opera di Andrea Bonaceto, poi chissà…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here