Home News Velocità ridotta ma senza assicurazione, sono le nuove regole per i monopattini...

Velocità ridotta ma senza assicurazione, sono le nuove regole per i monopattini elettrici

0
186
Nel nuovo decreto trasporti, arrivano nuove limitazioni al mezzo simbolo della mobilità sostenibile moderna.

Nuove norme per l’uso del monopattino elettrico – Computermagazine.it
I monopattini elettrici. Discussi fin da subito, dopo il bonus in piena pandemia per il loro utilizzo, e poi usati nella battaglia contro l’inquinamento in città. Eppure, per diverse persone averlo o no, non cambia assolutamente niente. Per chi ce l’ha invece, nella maggioranza almeno, bisognerebbe dargli anche un manuale per usarli senza rimetterci la vita, date le continue infrazioni che si registrano.Dopo mesi di polemiche e bonus inutilizzati, è arrivata finalmente una “guida” sull’utilizzo dei monopattini elettrici, in particolare in città.  Essendo una novità, in molte città italiane si possono anche noleggiare come le ATM Bike e le macchine Car To Go, non tutti l’hanno presa bene, anzi, sono in molti quelli che li reputano pericolosi e inutili, soprattutto perchè viaggiando per strada, è molto difficile vederli, dato che molti di loro non usano la pista ciclabile come invece dovrebbero. Secondo gli ultimi dati dell’ISTAT, nel 2020 ci sono stati circa 564 incidenti con i monopattini, con 551 feriti e un defunto. E questo perchè la stragrande maggioranza non ha rispettato le poche regole già presenti:
  • vietato andare su strade statali
  • vietato essere in due sul monopattino
  • casco obbligatorio fino al compimento del diciottesimo anno di età.

Certo.

LEGGI ANCHE>>> Xiaomi Mi Electric 3, il nuovo monopattino che vuole diventare riferimento nel settore

Il vero problema non sono i monopattini

Il problema non sta nel mezzo, se no anche le automobili rientrerebbero nella categoria, visti i continui incidenti, ma sta tutto nella persona che lo guida. Se il guidatore guida come se si trovasse sul circuito da Formula 1, il problema allora è lì, non nel mezzo che, pensandoci bene, in altre città come Amsterdam è molto usato, da sempre, e l’inquinamento non si avvinai neanche a quello di Milano, per fare un esempio. E questo discorso vale anche per le moto, le biciclette, che non ci sogneremmo mai di radiare dalle strade. i monopattini invece, sembrano dover fare questa fine, per alcune persone.Ma perchè quest’odio? Forse, dopo aver letto le nuove leggi, si abbasserà l’asticella della non tolleranza. Il nuovo decreto trasporti infatti, ha deciso di aggiungere nuove regole a quelle già esistenti.  Vediamole insieme.

  1. Non si possono più parcheggiare i monopattini sui marciapiedi
  2.  la velocità massima consentita scende da 25 a 20km/h
  3. i mezzi modificati verranno confiscati
  4.  i nuovi monopattini dovranno avere anche le frecce per indicare la direzione di svolta.

Straordinariamente dopo i vari incidenti, non è passata la richiesta di casco anche ai maggiorenni, targa e assicurazione. Consigliamo comunque di utilizzare almeno il casco di vostra spontanea volontà.

LEGGI ANCHE>>> Bye-Bye monopattino elettrico, ora lo spostamento in città per gli amanti del tech è quello degli Hyperscooter di Dragonfly

L’inquinamento dell’aria, in Italia, provoca ottantamila morti all’anno. Basta guardare Milano, Roma e le grandi città attraversate costantemente da automobili e quant’altro. Non basta una giornata ogni tanto di stop, per migliorare la situazione, ma ci vogliono cambiamenti radicali. E i monopattini potrebbero essere la soluzione. Quindi perchè bandirli?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here