Presentati i CD del futuro: di vetro e carbonio con 500 TB di memoria

0
259

I CD del futuro sono (quasi) realtà. La società Optica ha presentato nelle scorse ore i suoi nuovi dischi di memoria da ben 500 terabyte, che fanno il paio a quelli da 700 presentati in precedenza dalle università di Shanghai e Singapore.

Cd da 500 TB sono realtà
Cd da 500 TB sono realtà (Foto by Optica Society)

Un team di esperti è riuscito a creare una sistema di raccolta dati in 5D, che permette di realizzare dei dischi di vetro delle dimensioni di un classico cd musicale, con una memoria appunto ingente. Un risultato incredibile, reso possibile dalle tecnologie di oggi, a cominciare dall’utilizzo di laser ad alta velocità, e dalla nuova tecnologia 5D che utilizza tre diversi livelli di nanoparticelle di carbonio chiamate dots, per memorizzare appunto i dati. Si chiama 5D in quanto non tiene in considerazione solamente le tre canoniche dimensioni, ma anche l’orientamento degli stesso dots e la loro grandezza rispetto alle altre nanoparticelle, permettendo così di immagazzinare molte più informazioni rispetto a quella in 3D.

Optica Society e i CD da 500 Tb
Optica Society e i CD da 500 Tb: i dettagli

ECCO I CD DEL FUTURO: IN VETRO E CARBONIO E CON CAPACITA’ DI 500 TERABYTE

POTREBBE INTERESSARTI OnePlus già celebra il Black Friday, con sconti a profusione direttamente sul suo sito

La capacità della Optica Society è stata quella di essere riuscita a risolvere i problemi che fino ad ora non hanno permesso di utilizzare questa tecnologia, e di conseguenza, grazie alle modifiche introdotte, si è aperta la possibilità ad uno uso comune di questi “cd” dallo storage immenso. “Individui e organizzazioni stanno generando set di dati sempre più grandi, creando il disperato bisogno di forme più efficienti di archiviazione dei dati con un’elevata capacità, un basso consumo energetico e una lunga durata”, sono le parole del ricercatore Yuhao Lei dell’Università di Southampton nel Regno Unito. “Mentre i sistemi basati su cloud sono progettati più per i dati temporanei, riteniamo che l’archiviazione dei dati 5D in vetro potrebbe essere utile per l’archiviazione dei dati a lungo termine per archivi nazionali, musei, biblioteche o organizzazioni private”.

POTREBBE INTERESSARTI Xiaomi ne presenta 3 in una sola volta: Redmi Note 11 5G, Redmi Note 11 Pro, e Redmi Note 11 Pro+ devi solo scegliere

E ancora: “Il meccanismo fisico che usiamo è generico. Pertanto, prevediamo che questo metodo di scrittura efficiente dal punto di vista energetico potrebbe essere utilizzato anche per la nanostrutturazione rapida in materiali trasparenti per applicazioni in ottica integrata 3D e microfluidica. Questo nuovo approccio – aggiunge – migliora la velocità di scrittura dei dati a un livello pratico, quindi possiamo scrivere decine di gigabyte di dati in un tempo ragionevole. Le nanostrutture altamente localizzate e di precisione consentono una maggiore capacità di dati perché è possibile scrivere più voxel in un volume unitario. Inoltre, l’utilizzo della luce pulsata riduce l’energia necessaria per la scrittura”. Questi cd in 5D sono particolarmente resistenti al caldo, fino a 1.000 gradi centigradi, e durano 13.8 miliardi di anni a temperature standard senza degradarsi. Non ci resta che capire quando troveranno applicazione nell’uso di tutti i giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here