Xiaomi ha inventato il raffreddamento a liquido per smartphone: ecco come funziona

0
302

Dai laboratori di Xiaomi arriva Loop Liquidcool Technology, il nuovo sistema di raffreddamento per smartphone pensato per rivoluzionare per sempre la gestione del calore sui dispositivi mobile.

Mentre tutti i riflettori sono puntati sulle novità della serie Redmi Note 11, ci si chiede quando arriverà a livello Global e nel frattempo si pensa anche al prossimo top di gamma della casa di Lei Jun, Xiaomi ha annunciato a sorpresa la nuova tecnologia Loop Liquidcool, novità che mira a migliorare di parecchio il raffreddamento degli smartphone. Andiamo a scoprire di cosa si tratta e come funziona questo sistema inedito per dispositivi mobili.

La Loop LiquidCool Technology consiste in un circuito chiuso all’interno del quale sono presenti un evaporatore, un condensatore e una camera di riempimento, oltre naturalmente al fluido che conduce il calore da una zona calda a una più fredda. Sebbene la Loop LiquidCool Technology utilizzi lo stesso principio di estrazione del calore della vapor chamber, la diversa architettura dei i due determina una differenza significativa in termini di efficienza del processo.

Il sistema a camera di vapore infatti utilizza canali separati per il gas e per il fluido, con la conseguenza che soprattutto durante i carichi di lavoro più intensi, quando cioè il SoC produce il massimo dello sforzo e di conseguenza del calore, gas caldo e fluido freddo finiscono per ostacolarsi a vicenda.

Xiaomi Liquidcool: come funziona il sistema di raffreddamento per gli smartphone “da corsa”

LEGGI ANCHE: Shock nella ricerca spaziale: trova l’acqua in altre galassie dello Spazio, rimesse in discussione molte teorie

Atteso al lancio durante la seconda metà del 2022, la soluzione realizzata da Xiaomi prende spunto dalle tecnologie di raffreddamento utilizzate nell’industria aerospaziale. L’azienda svela che la tecnologia “utilizza un effetto capillare che attira l’agente di raffreddamento liquido verso la fonte di calore, lo vaporizza e quindi disperde il calore in modo efficiente verso un’area più fredda, finché l’agente non si condensa e viene catturato tramite un canale a circuito chiuso unidirezionale.” Rispetto ai sistemi di raffreddamento standard che non separano i gas caldi dai liquidi freddi che arrivano a mescolarsi e a ostruirsi a vicenda, il particolare anello di raffreddamento riduce la resistenza al passaggio dell’aria del 30% garantendo così un flusso di vapore maggiore con un incremento del 100% della capacità massima di trasferimento del calore.

Per rendere ancora più efficiente Xiaomi Loop LiquidCool è stato necessario inserire una valvola Tesla nella camera di ricarica e nell’evaporatore; il rischio, infatti, era quello che il sistema si ostruisse, ma in questo modo ai gas caldi viene garantito lo spostamento in un’unica direzione.

LEGGI ANCHE: DVB-T2, c’è un trucco per vedere più canali e gratis, ecco come fare

L’azienda prevede di integrare questa tecnologia nei suoi nuovi prodotti a partire dal secondo semestre del 2022. Per ora, Xiaomi Loop LiquidCool è stata testata solo su un MIX 4: durante le sessioni di gioco a Genshin Impact – 30 minuti a 60 fps –, la temperatura del dispositivo si è sempre mantenuta al di sotto dei 47.7 °C.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here