Amazon trova un compromesso: sciopero corrieri rientrato

0
329

Trovata l’intesa tra le imprese associate ad Assoespressi che fanno le consegne per la multinazionale e Filt, Fit e Uiltrasporti.

Niente sciopero dei corrieri di Amazon per il Black Friday, il 26 novembre. La marcia indietro sulla protesta si deve alla firma dell’ipotesi di accordo tra le imprese associate ad Assoespressi che effettuano le consegne per conto di Amazon Italia Transport e Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti che contiene una serie di elementi migliorativi delle condizioni di lavoro e della parte economica della contrattazione di secondo livello.

Adesso l’ipotesi di accordo passa al vaglio delle assemblee dei lavoratori che scioglieranno la riserva entro metà dicembre, ma intanto i corrieri hanno deciso di revocare lo sciopero. Per Filt, Fit e Uiltrasporti a qualificare l’accordo c’è il percorso per la verifica di carichi e ritmi di lavoro. Su questo è stato concordato che l’orario per i driver passerà da 44 a 42 ore settimanali.

Corrieri Amazon, niente tracciamento e 1100 euro di incentivoCoupon Amazon

LEGGI ANCHE:  Unieuro Black Friday: solo oggi 25 Novembre gli sconti raddoppiano

Inoltre, nel caso di cambio appalto o contratto di trasporto, i driver manterranno la continuità occupazionale e quindi diritti, tutele e aspetti economici. La condivisione del rispetto della normativa sulla privacy, secondo i sindacati, farà sì che non ci potranno essere implicazioni disciplinari per i lavoratori attraverso il ricorso agli strumenti di lavoro ed ai dati. Per la parte più strettamente economica viene infine introdotto un premio di risultato di 1.100 euro all’anno e aumentata l’indennità di trasferta.

LEGGI ANCHE: Hai un sito WordPress? Stai attento alla falla su GoDaddy, compromessi 1,2 milioni di siti

“Tra i punti dell’intesa in particolare – riferiscono le organizzazioni sindacali – viene definito il percorso tra le parti a livello aziendale e territoriale per la verifica dei carichi e dei ritmi di lavoro. Garantita la continuità occupazionale per i driver con il mantenimento di tutti i diritti, le tutele e gli aspetti economici, in caso di cambio appalto o contratto di trasporto. “Molto qualificante – proseguono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – aver sancito il rispetto della normativa sulla privacy ed una corretta gestione dei dati. Non ci potranno essere implicazioni disciplinari per i lavoratori attraverso il ricorso agli strumenti di lavoro ed ai dati”.”Di conseguenza – aggiungono infine le organizzazioni sindacali – viene revocato lo sciopero, del 26 novembre, proclamato in occasione del Black Friday”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here