Fortnite, il grande ritorno su device Apple che molti utenti aspettavano

0
546

Magie da gaming. Se qualcuno pensa che Epic Games ed Apple hanno fatto pace prima del doppio ricorso presentato sia dalla casa di sviluppo di videogiochi di Cary, sia del colosso di Cupertino, si sbaglia di grosso. Nessuna stretta di mano: quella probabilmente non ci sarà nemmeno dopo la seconda sentenza della nota querelle. Eppure Fortnite torna su iOS.

Fortnite 20220116 cmag
Fortnite torna online sui device Apple – Adobe Stock

Non su App Store, intendiamoci. Ma coloro che hanno un dispositivo con la Mela morsicata più famoso al mondo potranno giocare con il noto sparatutto, che in un lustro è diventano uno dei game che vanno per la maggiore. Come? Con un trucco. Una magia da gaming. Appunto.

A partire dalla prossima settimana, Fortnite su GeForce NOW verrà lanciato in una beta chiusa a tempo limitato per dispositivi mobili, il tutto trasmesso in streaming tramite il browser Web Safari su iOS e l’app GeForce NOW per Android.

Una beta chiusa, una versione touch-friendly per mobile tramite il cloud: et voila, la magia è compiuta

Beta test 20220116 cmag
Fortnite sui cellulari tramite beta test – Adobe Stock

Eccolo il trucco di Nvidia. Che attraverso il Cloud gaming permetterà ai possessori di un Melafonino, e simili, di tornare a giocare con quel game tolto dall’App Store dopo la diatriba fra Tim Cook ed Epic Games, finita in tribunale.

La versione beta di Fortnite è aperta alla registrazione per tutti i membri di GeForce NOW e aiuterà a testare la capacità del server, della distribuzione della grafica e delle nuove prestazioni dei controlli touch.

Insieme allo straordinario team di Epic Games – spiega Nvidia – abbiamo lavorato per abilitare una versione touch-friendly di Fortnite per dispositivi mobili, fornita tramite il cloud”. Così si potrà giocare a Fortnite sui device Apple. “Mentre i giochi per PC nella libreria di GeForce NOW sono migliori sui dispositivi mobili con un gamepad – continua Nvidia – l’introduzione dei controlli touch creati dal team di GeForce NOW offre più opzioni per i giocatori, a partire da Fortnite”.

I membri di GeForce NOW, dunque, possono iscriversi (tutti) per partecipare alla beta chiusa a tempo limitato di Fortnite per dispositivi mobili. E fa niente se non sei mai stato un membro di GeForce NOW, basta iscriversi per diventare idoneo per la closed beta. Per partecipare non è necessario un abbonamento GeForce NOW a pagamento.

LEGGI ANCHE >>> Samsung registra il brevetto per un laptop che si piega in quattro come un “tovagliolo”

La querelle Epic-Apple è nota a tutti: Epic ha escluso il servizio xCloud di streaming di Microsoft perché avrebbe dovuto riconoscere alla piattaforma il 30% di commissioni sugli acquisti e perché xCloud sarebbe in concorrenza con le offerte di Epic per PC. Il giudice Rogers si è espresso, dando ragione in pratica ad Apple, con una sola eccezione: il divieto di Apple di impedire agli sviluppatori di informare gli utenti di altri sistemi di pagamento all’interno delle app.

LEGGI ANCHE >>> Cookie, ora cambia tutto: il Garante impone nuove regole, ecco come adeguarsi

Scontento Epic Games (che ha fatto ricorso), scontento anche Tim Cook, così i reclami sono diventati due. Deciderà la corte d’Appello. Nel frattempo Fortnite sarà disponibile anche per iOS grazie alla mossa di GeForce NOW, anche se solo per un breve periodo, sicuramente minore della diatriba Epic Games-Apple. Che ormai va avanti da due anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here