Nascono ben 99 centri in Italia contro la dipendenza da Internet: ecco dove sono e come funzionano

0
361

Presentata ieri la prima mappa nazionale sulla distribuzione dei centri socio-sanitari italiani impegnati nella cura delle dipendenze da internet. E il problema dell’iper utilizzo di strumenti di interconnessione digitale non soltanto è diffuso, ma in continua espansione.

Vortice Dipendenza Internet ComputerMagazine.it 22 Febbraio 2022
L’ISS presenta i 99 centri di assistenza per contrastare la dipendenza da internet – ComputerMagazine.it

Le dichiarazioni dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) non lasciano spazio ad equivoci: “La dipendenza da internet è oggetto di un’attenzione crescente da parte degli esperti”, ha dichiarato tramite un comunicato ufficiale. 

“Riguarda un super investimento delle attività online – continua il comunicato – che occupa gran parte della nostra giornata e che conduce ad incapacità di autocontrollo, ad alterazioni dell’umore, ad un costante e progressivo abbandono dei compiti e degli interessi e, talvolta, a fenomeni di ritiro dalla vita sociale”.

La pervasività di internet nelle nostre vite, infatti, ci ha condotti verso forme di utilizzo del world wide web sempre più simili ad una vera e propria malattia. 

Cos’è la malattia della dipendenza e come si manifesta nell’utilizzo di internet

Social Dipendenza Internet ComputerMagazine.it 22 Febbraio 2022
Tra i giovani ed i giovanissimi, i social media risultano gli ambienti digitali frequentati più assiduamente – ComputerMagazine.it

La malattia della dipendenza è un disturbo ricorrente e, nelle sue manifestazioni più gravi, cronico, che interessa la nostra capacità ed attività cerebrale. Si fonda sulla ricerca ossessiva e compulsiva di sensazioni ritenute “di sollievo”, attraverso l’adozione, il consumo, l’uso e l’abuso di sostanze e di comportamenti che ci consentano di raggiungere temporaneamente quelle sensazioni.

Internet, lo sappiamo, è da molti considerato un bene essenziale, imprescindibile, e non soltanto dai nativi digitali che non hanno conosciuto un mondo che potesse farne a meno. E’ difficile individuare oggi ambiti interrelazionali che non ne facciano uso, tanto nella dimensione personale quanto nelle sfere accademiche e professionali. E’ praticamente ovunque ed è attivo in qualsiasi instante della nostra vita.

E proprio questa attività – o meglio: iperattivitàincessante si sta trasferendo dallo strumento, sia esso il PC, lo smartphone, il tablet, lo smartwatch, alle nostre vite, senza distinguere tra giovani, adulti ed anziani.

Il supporto del Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità

Allerta Dipendenza Internet ComputerMagazine.it 22 Febbraio 2022
L’ISS comunica che il rischio di una cronicizzazione della malattia è reale ed elevato – ComputerMagazine.it

Per questi motivi l’Istituto Superiore di Sanità, attraverso il Centro Nazionale Dipendenze e Doping, ieri ha reso note le 99 strutture di supporto, cura ed assistenza contro il fenomeno, in preoccupante espansione, distribuite sull’intero territorio nazionale.

Le strutture, come comunicato dall’ISS, “oltre a suggerire l’importanza di un precoce intervento educativo dello strumento digitale, attraverso il personale clinico individuano le difficoltà personali e relazionali che conducono a tali manifestazioni, in modo da consentire alla persona coinvolta di aumentare la consapevolezza del disagio e favorire soluzioni più adattive e creative di rimedio”.

Al momento, la distribuzione dei centri è ancora disomogenea lungo l’intero stivale, con concentrazioni nel settentrione soprattutto in Lombardia, nelle Marche per il centro Italia ed in Sardegna per il Sud e per le isole.

Dipendenza Internet ComputerMagazine.it 22 Febbraio 2022
Interrompere l’espansione del disagio è quanto mai urgente per interrompere l’escalation dei dei casi di dipendenza – ComputerMagazine.it

E la speranza, ovviamente, é che non serva aprirne altri ma anzi che presto l’espansione trovi il contrasto sufficiente per limitarsi ed esaurirsi. Essenziale, al momento, oltre all’intervento di prevenzione in ambito educativo auspicato dall’ISS, è, secondo la dottoressa Roberta Pacifici, direttrice del Centro Nazionale Dipendenze e Doping, garantire alle persone che ne abbiano necessità “un facile accesso alla presa in carico e al trattamento di questa dipendenza per prevenire la cronicizzazione del disagio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here