L’umanità non è mai stata così vicina al punto di collasso: il Doomsday Clock (Orologio dell’Apocalisse) avverte

0
677

Il “Doomsday Clock”, un orologio ideato nel 1947 da un gruppo di scienziati facenti parte della redazione della rivista “Bulletin of the Atomic Scientists” dell’Università di Chicago, segna soltanto più 100 secondi al raggiungimento del momento potenzialmente più buio e dannoso per l’intera umanità: vediamo di cosa si tratta.

Doomsday Clock ComputerMagazine.it 2 Marzo 2022
Il Doomsday Clock è arrivato a segnare le ore 23:58.20, a soli 100 secondi dalla mezzanotte, considerato il momento più pericoloso per l’umanità – ComputerMagazine.it

Cento secondi alla “mezzanotte dell’umanità”: può sembrare il prologo di un racconto fantascientifico catastrofistico e invece è l’allarme lanciato dal Bulletin Science and Security Board della redazione della rivista “Bulletin of the Atomic Scientists”, fondata a Chicago due anni dopo il termine del secondo conflitto mondiale. 

Secondo il comitato, che annovera al suo interno ben undici premi Nobel tra cui, in passato, anche Albert Einstein, “nel mese di Gennaio il Bulletin ha fissato il Doomsday Clock a 100 secondi dalla mezzanotte, l’istante più vicino ad un’ipotetica apocalisse per il genere umano mai registrato fino ad ora”. 

Quando e perchè è stato inventato l’orologio dell’Apocalisse

Mezzanotte Doomsday Clock ComputerMagazine.it 2 Marzo 2022
Il Doomsday Clock è stato inventato per monitorare i rischi di sopravvivenza del genere umano in base alle sue attività di sfruttamento del pianeta – ComputerMagazine.it

L’orologio dell’Apocalisse è stato ideato con l’intento di misurare il tempo restante all’umanità per scongiurare danni gravi ed irreversibili per la propria sopravvivenza sul pianeta, in base a fattori come il cambiamento climatico, tecnologie potenzialmente nocive (tra cui anche l’intelligenza artificiale e la disinformazione) e minacce nucleari. 

Purtroppo, lo sappiamo bene, la salute del nostro pianeta è stata condotta allo stremo da oltre 250 anni di attività umana spinta all’eccesso dello sfruttamento delle risorse rinnovabili e non rinnovabili e le conseguenze che si sono assommate allarmano da tempo scienziati, ricercatore e cittadini in ogni angolo del mondo.

Ad aggravare la situazione, lo scoppio del conflitto in Ucraina, con la minaccia di uno scontro bellico in cui potrebbero essere utilizzati armamenti di distruzione nucleare: “Avevamo previsto la situazione precaria in Ucraina – ha continuato il comitato – ed abbiamo riportato i rischi derivanti anche dall’aumento delle probabilità che, nel conflitto, possano essere utilizzate armi nucleari. Questo è esattamente ciò che significa essere a 100 secondi dalla mezzanotte”.

A che ora siamo giunti secondo il “Doomsday Clock”

Grafico Doomsday Clock ComputerMagazine.it 2 Marzo 2022
Il grafico del Doomsday Clock dal 1947 al 2021 – ComputerMagazine.it

Secondo gli scienziati, in questo momento l’orologio dell’Apocalisse segna le 23:58.20. Come dicevamo, mai prima d’ora l’umanità aveva raggiunto un tempo di approssimazione alla mezzanotte tale.

Nell’anno della sua creazione, il 1947, l’orologio batteva le 23:53 ed il momento più distante dal “Doomsday” venne segnato nel 1991, quando si giunse alle 23:43 grazie alla firma del trattato per la riduzione delle armi strategiche tra gli Stati Uniti d’America e l’URSS, che condusse al termine della guerra fredda.

E proprio lo scorso anno, ancora una volta Stati Uniti e Russia erano in procinto di definire un nuovo trattato per definire accordi di equilibrio tra i Paesi proprietari di testate nucleari, purtroppo poi drammaticamente sospeso a causa dell’avvio del conflitto in Ucraina.

Dunque, l’urgenza assoluta per allontanare le lancette dalla mezzanotte è che tanto i governi quanto i cittadini di ogni Nazione del pianeta rivendichino il termine immediato degli scontri ed il ripristino prioritario, imprescindibile ed irrimandabile del trattato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here