Intel Arc Alchemist: ora sappiamo qualcosa in più sulla sua presunta uscita

0
343

Intel è al lavoro sulle prime schede grafiche dedicate esclusivamente ai computer da gioco, il cosiddetto consumer-gaming. Il nome in codice è quello di Arc Alchemist, e l’obiettivo è provare a battagliare contro due colossi come NVIDIA e AMD, leader del mercato e produttori delle famose schede grafiche Rtx e Radeon .

Intel Arc Alchimist, 13/3/2022 - Computermagazine.it
Intel Arc Alchimist, 13/3/2022 – Computermagazine.it

Così come scrive Hdblog.it, il cuore pulsante delle schede grafiche a firma Intel è l’architettura GPU Xe, un’architettura annunciata come fra le più versatili mai viste fino ad ora, un approccio unico che ha permesso al produttore di spaziare dal cloud, ai notebook e arrivando fino ai computer da gioco. Si tratta di schede grafiche che non sono ancora sul mercato e le stesse sono state “svelate” soltanto lo scorso agosto dall’azienda; le informazioni circolanti parlano comunque di un debutto imminente, di conseguenza non è da escludere a breve un annuncio ufficiale.

Intel Arc Alchimist, 13/3/2022 - Computermagazine.it
Intel Arc Alchimist, 13/3/2022 – Computermagazine.it

INTEL ARC ALCHIMIST, LE NUOVE SCHEDE GRAFICHE DI INTEL PER SFIDARE NVIDIA E AMD

Ma vediamo le specifiche tecniche di queste nuove schede grafiche pronte a sconvolgere il mercato dedicato: “Sarà realizzata su nodo produttivo TSMC – scrive Hdblog.it a riguardo – a 6nm e arriverà sia su desktop che su notebook, ma i dati tecnici ufficiali che abbiamo riguardano prevalentemente l’architettura gerarchica Intel Xe-HPG, basata come precedente discussso sui Core Xe. I vari Core Xe sono raggruppati in quelli che Intel definisce “Render Slice”, ogni Render Slice è costituito da 4 core Xe, mentre il singolo Core Xe integra 16 motori vettoriali a 256 bit, 16 motori a matrice a 1024 bit e un’unità hardware dedicata al ray-tracing. Per quanto riguarda il reparto memoria, è ormai definitivamente confermato il BUS a 256 bit (modelli di punta), mentre la VRAM sarà verosimilmente di tipo GDDR6 (almeno 16Gbps) e con una capacità massima di 16GB”. Le varianti sul mercato saranno diverse, di modo da aumentare la concorrenza, e si parla di almeno 4 o 5 modelli di Arc Alchemist, presenti molto probabilmente anche nelle versioni laptop con TDP programmabile.

Il modello top di gamma, il DG2-512EU, con 4.096 core e 16GB GDDR6, dovrebbe avere prestazioni paragonabili a quelle della GeForce GTX 3070/3070 Ti (in vendita qui su Amazon), ma con il doppio della memoria grafica disponibile (16GB vs 8GB). Si tratterà inoltre di schede grafiche che supportano il ray-tracing hardware e saranno dotate della tecnologia proprietaria di Super Sampling Intel XeSS. “Intel XeSS, o Intel Super Sampling – prosegue Hdblog.it – sfrutta le istruzioni DP4a e XMX, già presenti sulle GPU Intel Xe integrate (Xe LP) e per questo con un vasto bacino di possibili utilizzatori (vedi tutte le iGPU Xe attualmente in commercio sui chip Core 11a e 12a gen)” e ciò permetterà di ottenere immagini molto vicine a quelle con risoluzione nativa, ma senza impattare troppo sulla GPU e con un buon frame-rate in gaming. Per quanto riguarda i prezzi, è probabile che le nuove schede grafiche partano da una base di 499 dollari fino ad arrivare a 549, mentre, per la data d’uscita, non è da escludere un secondo trimestre dell’anno in corso, quindi fra aprile e giugno in arrivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here