Chrome e Android stringono alleanza con McLaren: prima volta che partecipano alla F1

0
225

La nuova era del Circus è iniziata con una Ferrari più competitiva che mai. Più in generale con nuove regole all’insegna di una spettacolarità senza precedenti. Ci sono tante aspettative anche per le nuove sponsorizzazione che vedono sempre più la presenza i colossi della tecnologia al fianco delle monoposto, con il chiaro intento di investire nella Formula 1.

McLaren 20220320 cmag
McLaren – Adobe Stock

E’ il caso di Google e di McLaren. Il gigante della tecnologia e uno dei marchi storici del campionato mondiale automobilistico hanno stretto un accordo pluriennale molto importante, e degno di nota. La partnership porterà il meglio dei prodotti del colosso di Mountain View nella casa automobilistica di Woking, per fornire un’esperienza tecnologica più fluida su tutti i dispositivi.

Per tutta la stagione, infatti, la McLaren utilizzerà dispositivi Android abilitati al 5G e browser Chrome durante le sessioni di prove libere, le qualifiche e le gare per supportare i piloti e il team, con l’obiettivo di migliorare le prestazioni in pista.

Il marchio Google visibile sia in Formula 1 sia sull’Extreme E

Google 20220320 cmag
Google – Adobe Stock

I marchi Android e Chrome si sono già visti sulla copertura del motore nel primo Gran Premio della nuova stagione, in Bahrain. Ma anche sui copriruota della MCL36, con i colori propri di Google a girare insieme alle gomme, sui caschi e le tute da gara dei due piloti McLaren: Lando Norris e Daniel Ricciardo. Non solo.
ll marchio Google sarà visibile anche sull’auto da corsa McLaren MX Extreme E numero 58 e sulle tute da gara dei piloti della McLaren MX Extreme, Emma Gilmour e Tanner Foust dell’Island X Prix 2022.

Siamo assolutamente felici e orgogliosi di dare il benvenuto a Google nella famiglia McLaren Racing”. Zak Brown esultanza con le braccia elevate al cielo: “Google è un leader globale nella tecnologia ed è stato un innovatore rivoluzionario nel connettere persone in tutto il mondo – assicura il CEO di McLaren Racing – integrando piattaforme come Android e Chrome nelle nostre operazioni, il team sarà supportato meglio per concentrarsi sull’incremento delle prestazioni. E’ una partnership entusiasmante, che si estende tra la Formula 1 e l’Extreme E“.

Tanta soddisfazione anche a Mountain View. Così Nicholas Drake sgasa: “La McLaren Racing rappresenta il meglio di ciò che è possibile su una pista in termini di prestazioni, inclusione e sostenibilità – rimarca il VP Marketing di Google – sono anche i nostri valori. Stiamo apportando più innovazione a piattaforme, come Android e Chrome, e le colleghiamo perfettamente ad altri Google servizi per ottimizzare le prestazioni del giorno della gara della McLaren“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here