Lookiero, il personal shopper digitale: ecco come funziona

0
438

Acquistare online è diventato lo sport preferito dai consumatori, soprattutto negli ultimi due anni, cioè da quando la pandemia da Coronavirus ha cambiato le abitudini di tutto il mondo. E c’è un’app che, nata solo 6 anni fa, negli ultimi 2 ha fatto una specie di boom grazie a un servizio di personal shopping online molto interessante.

Lookiero 20220424 cmag
Lookiero, il servizio di personal shopping online – Adobe Stock

Si chiama Lookiero e, dalla sua nascita nel 2016, conta oggi oltre tre milioni di clienti. In Italia è arrivata solo nel 2019, ma è attiva in Europa in ben otto Paesi: Spagna, Francia, Regno Unito, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Italia e Germania. E si occupa di offrire un servizio di personal shopping a chi si rivolge ai suoi specialisti, in un modo molto particolare.

Chi si iscrive su Lookiero infatti, non sceglie i vestiti che vuole acquistare. Chi si iscrive su Lookiero si affida a uno dei personal shopper offerti dal servizio, comunicando le proprie caratteristiche fisiche, la propria taglia, i colori e gli stili più graditi, sulla base dei quali un algoritmo sceglierà una serie di abiti e accessori ritenuti più adatti alla personalità del cliente.

Lookiero: consulenza gratis se acquisti tutto ciò che ti manda

Lookiero 2 20220424 cmag
Lookiero, il personal shopping si fa online – Adobe Stock

Una volta effettuato l’ordine, il servizio Lookiero invia a casa del cliente 5 capi, tendenzialmente scelti dall’algoritmo e dal personal shopper, che comunque tengono conto delle preferenze del cliente. Quindi potrebbero arrivare abiti, maglie o pantaloni, giacche, ma anche scarpe, accessori e borse.

LEGGI ANCHE >>> Elon Musk vuole acquistare Twitter a tutti i costi e rilancia con una offerta ancor più corposa

La consulenza, che di base costa 10 euro, è gratuita se il cliente decide di acquistare tutti e 5 i capi ricevuti (e il totale viene anche scontato del 25%), mentre in caso di restituzione anche solo di un capo si pagano sia la consulenza sia la somma dei prezzi dei singoli capi scelti.

LEGGI ANCHE >>> Lo shopping online conferma: il centro-sud azzererà il gap digitale con il nord

A capo di Lookiero c’è il CEO Oier Urrutia, che lo scorso marzo ha annunciato l’arrivo di una nuova Chief Marketing Manager tutta italiana, Lavinia Franzetti, forte di un’esperienza nelle scale up che porterà, secondo i vertici di Lookiero, a una nuova fase di sviluppo che prevede anche dei servizi aggiuntivi nel prossimo futuro.

La filosofia di Lookiero parte dal presupposto che l’applicazione e il suo team non vogliono essere solo un modo per risparmiare tempo nello shopping, ma soprattutto un servizio che aiuta ad acquistare capi adatti al proprio stile, che valorizzino la persona e mettano in risalto le sue migliori caratteristiche.

Tra gli aiuti che si possono fornire ai personal shopper, oltre alle indicazioni dirette (come le risposte alle domande a scelta multipla e i commenti a testo aperto) che la possibilità di esprimere il proprio gradimento di fronte a immagini di abiti o accessori per ingrandire il database che riguarda il singolo cliente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here