iPhone al posto della Webcam? Si, ed è proprio Apple a spiegarcelo

1
204

Apple ha presentato al Wordwide Developers Conference la Continuity Camera che potrà essere utilizzata a partire dai sistemi operativi macOS 13 e iOS 16, permettendo ai computer ed agli smartphones della Mela di collaborare insieme per la trasmissione di video e voce. Ecco tutti i dettagli.

Continuity Camera Apple ComputerMagazine.it 10 Giugno 2022
La nuova Continuity Camera presentata da Apple al WWDC – ComputerMagazine.it

La qualità delle videochiamate effettuate tramite il vostro MacBook non vi ha mai pienamente soddisfatti? Ed anche la webcam dello Studio Display di Apple vi ha lasciati in qualche modo delusi?

Beh, ecco la soluzione: durante il Worldwide Developers Conference, infatti, la sviluppatrice software di Apple Karen Xing ha mostrato una demo della nuova Continuity Camera ideata a Cupertino, lasciando tutti a bocca aperta.

Alcuni pensavano fosse uno scherzo; altri, che l’idea non fosse all’altezza delle soluzioni di design a cui la Apple ci ha abituati negli anni, diventate sinonimo nel mondo di eleganza, semplicità, leggerezza e bellezza.

E invece nessuno scherzo e, a ben vedere, la soluzione presentata da Xing ha mostrato possibilità impressionanti di rendere l’interazione tra i computer e gli smartphones di Apple particolarmente funzionale e promettente.

Le caratteristiche principali della nuova Continuity Camera

New Continuity Camera Apple ComputerMagazine.it 10 Giugno 2022
La Continuity Camera non sarà disponibile sui modelli di iPhone 6S, 7 ed SE di prima generazione e precedenti –  ComputerMagazine.it

La novità introdotta per i sistemi operativi macOS 13 e iOS 16 riguarda la possibilità da parte dei computer Apple di rilevare gli iPhone come webcam di supporto, utilizzando la loro fotocamera ed il loro microfono.

Come mostrato da Xing durante la demo, gli iPhone possono essere montati sul retro dei computer e dunque utilizzati per videochiamare tramite FaceTime, Zoom, Teams, Webex, ma non solo: ogni app, infatti, che richiede l’utilizzo delle funzioni di video-ascolto dovrebbe poter funzionare senza necessità da parte dei loro sviluppatori di applicare alcuna modifica.

Inoltre, sarà possibile utilizzare la camera degli iPhone di Apple in tutte le modalità di orientamento, ovvero ritratto, panoramica, luce da studio e centro palco, selezionando la preferita da un menù a discesa.

Il collegamento tra iPhone e computer potrà avvenire sia in modalità wireless sia via cavo, in modo da garantire il mantenimento della carica dello smartphone anche durante le video-conferenze più lunghe ed alla qualità massima di 1920 x 1440 pixel a 60 frame al secondo.

La principale nota dolente riguarda il “pensionamento” dei modelli di iPhone a partire dal 6S, 7 ed SE di prima generazione, che non supporteranno né riceveranno il nuovo aggiornamento software iOS 16 e dunque non potranno essere utilizzati come Continuity Camera.

 

🔴 FONTE: www.theverge.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here