Dal 2022, l’esterometro sarà cancellato per sempre

0
558

Una novità riguardante la Legge di Bilancio 2021: l’abolizione dell’esterometro. Non sarà più necessario comunicare trimestralmente i dati commerciali.

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate Photo by Il Faro Online

È un adempimento fiscale istituito 3 anni fa per le partite iva. I titolari delle partite iva erano obbligati a comunicare ogni trimestre i dati delle operazioni commerciali effettuate in paesi stranieri, anche all’interno dell’Unione Europea.

La novità è presente nella bozza della Legge di Bilancio 2021. L’esterometro dovrebbe essere abolito definitivamente nel 2022.

POTREBBE INTERESSARTI –> iPhone 12: ecco quanto costa ad Apple!

Abolizione esterometro dal 2022

Esempio fattura elettronica esterometro
Esempio fattura elettronica esterometro Photo by Informazione Fiscale

Sembra strano pensare che lo Stato possa rinunciare alla verifica delle operazioni con l’estero. In realtà, non andrà proprio così. Sì, è vero, le partite IVA non dovranno più inviare i dati delle fatture emesse o ricevute da paesi stranieri, semplicemente, quest’operazione avverrà tramite SDL (Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate), settore che si occupa della gestione delle fatture elettroniche.

Ne risulteranno due vantaggi molto rilevanti: in primis, le aziende non saranno più costrette a investire tempo in questa procedura, grazie alla normale emissione di fattura elettronica. In più, l’Agenzia delle Entrate avrà la possibilità di stilare in maniera più dettagliata le dichiarazioni IVA precompilate.

Ci sarà una variazione anche su tempistica e scadenze. Le fatture verso imprese italiane dovranno essere inviate a SDL entro 12 giorni dalla data dell’operazione, mentre quelle con l’estero dovranno essere inviate entro il quindicesimo giorno del mese successivo alla ricezione del documento relativo all’operazione.

Altre novità nel Decreto Rilancio 2021

Bonus Casa
Bonus Casa Photo by Salento Metalli Srl

Un’altra iniziativa importante all’interno del Decreto riguarda l’estensione del bonus casa per tutto il 2021, e fino al 31 dicembre 2021 anche il bonus ristrutturazioni, bonus facciate, ecobonus, bonus mobili e bonus verde. Il Superbonus 110% resta confermato per le spese effettuate fra il 1° luglio 2020 e il l 31 dicembre 2021 e prevede interventi antisismici, impianti fotovoltaici, infrastrutture relative a veicoli elettrici, ed altro ancora.

POTREBBE INTERESSARTI –> Microsoft Surface Duo in arrivo anche in Europa: la data

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here