Google studia Wolverine, progetto top secret per un udito da super eroe

0
140

Google sta sviluppando Wolverine, nome in codice per un indossabile capace di trasformare l’udito umano in una specie di superpotere.

Google Wolverine
Wolverine, il mutante Marvel che presta il nome al progetto di Google (image from marvel.com)

Un udito da supereroi. O meglio, da Wolverine. La squadra di X Development di Alphabet, controllante anche di Google, sta lavorando a un dispositivo indossabile in grado di potenziare l’udito a livelli sovrumani. Da cui il nome in codice ispirato al mutante della Marvel capace – tra l’altro – di percepire sorgenti sonore lontanissime. A svelare i piani di Google è Business Insider, che definisce il progetto Wolverine “top secret”.

X Development è una società sorella di Google, proprio perché anch’essa è una controllata di Alphabet. Si tratta di un comparto concentrato cui progetti più futuristici ed arditi, di cui Wolverine farebbe parte a pieno titolo. Non ci sono grandi dettagli per ora, ma sono certamente emerse caratteristiche interessanti. Vediamo cosa rivelano le fonti rigorosamente anonime di Business Insider.

Google approva Wolverine: potrebbe isolare un discorso tra la folla

Facebook Australia
Google studia un dispositivo acustico di realtà aumentata (photo by mitchell luo on unsplash)

Come già accennato, Wolverine è un congegno di realtà aumentata che permetterà a chi lo indossa di percepire e discernere suoni lontanissimi. E “discernere” qui sembra proprio la parola chiave, visto che il wearable dovrebbe essere in grado di identificare una sorgente sonora specifica in mezzo a tante, isolarla e renderla disponibile all’orecchio umano. Avrebbe, in altre parole, la capacità di segmentare l’ambiente sonoro e selezionarne una parte precisa, magari consentendoci di ascoltare il discorso di un oratore particolare in mezzo a una folla di persone.

X sta lavorando al progetto dal 2018. Per aumentare la specializzazione del team dietro a Wolverine, Alphabet ha inserito nell’organigramma della società Jason Rugolo – ex Arpa E, agenzia governativa degli Stati Uniti che svolge ricerca avanzata nel campo dell’energia -, l’esperto di acustica e udito Raphael Michel, e Simon Carlile proveniente sempre dall’industria degli ausilii auditivi.

Google punta a una gamma di applicazioni, non a un solo prodotto

Google Wolverine svilluppato da X Development
X development LLC, “sorella” di Google (image from x.company)

TI POTREBBE INTERESSARE>>> Google Chrome si aggiornerà ogni mese: Big G mette la freccia e supera tutti

I prototipi realizzati finora sono troppo ingombranti, a causa della presenza di molti microfoni. Ciò nonostante, il co-fondatore di Google, Sergej Brin, si è mostrato entusiasta dei lavori in corso dopo aver preso visione di un modello nel 2019 insieme al capo di X, Astro Teller. Insomma, per ora la galassia Google punta molto sullo sviluppo di questo prodotto, ma Business Insider fa notare che ci troviamo ancora nelle sue fasi iniziali e che uno studio di fattibilità non è ancora possibile. Difficile quindi dire se Wolverine diventerà realtà oppure no.

LEGGI UN ALTRO ARTICOLO QUI—>Perseverance muove i suoi primi passi su Marte: il video incredibile dal Pianeta Rosso!

Di certo, aggiunge l’Insider, dovrebbe andare al di là della “segmentazione del discorso”: nelle intenzioni di Google, Wolverine andrebbe visto come una gamma di applicazioni e non un singolo dispositivo indossabile. Tra l’altro, una delle fonti ha spiegato che un altro progetto altamente sperimentale dell’azienda sarebbe un indossabile facciale soprannominato Heimdallr, nome del dio sentinella della mitologia vichinga, e che può “sentire l’erba crescere e vedere fino alla fine del mondo”. Se ci sia una connessione tra mutanti e dei non ancora è dato sapere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here