James Dyson Award: “Cerchiamo invenzioni rivoluzionarie”. Caccia al nuovo genio

0
128

James Dyson, il visionario ingegnere britannico a capo dell’omonima multinazionale che produce aspirapolveri e asciugacapelli, è alla ricerca di un nuovo genio.

James Dyson Award (Foto ufficiale)
James Dyson Award, caccia al nuovo genio (Foto ufficiale)

E’ stato infatti lanciato negli scorsi giorni il James Dyson Award, concorso rivolto ai giovani che vogliono cambiare il mondo con la loro invettiva, creatività e con il loro talento. «Cerco invenzioni rivoluzionarie – spiega Dyson – che sfidino e mettano in discussione il pensiero tradizionale». Al concorso possono partecipare i laureandi in ingegneria o design, ma anche i neolaureati, che propongano appunto una soluzione innovativa e creativa ad un problema che affligge il mondo attuale. Chi vince, oltre a divenire famoso nel mondo e quindi ad ottenere un riconoscimento a livello globale, ottiene dei premi in denaro e ovviamente la possibilità di lanciare sul mercato il prodotto creato.

James Dyson Award (Foto sito ufficiale)
James Dyson Award: cercasi nuovi geni (Foto sito ufficiale)

JAMES DYSON AWARD: ECCO COME PARTECIPARE

POTREBBE INTERESSARTIWalkman: ieri uno status symbol, oggi vale una fortuna

«I giovani vogliono cambiare il mondo – ha proseguito Mr. Dyson – e questo premio vuole dare loro supporto tramite finanziamenti concreti, convalida e una piattaforma per lanciare le proprie idee, con un notevole successo. Il 65% dei vincitori internazionali, infatti, propone le proprie idee sul mercato, in un contesto in cui il 90% delle startup fallisce». Il James Dyson Award è stato organizzato per la prima volta nel 2005, e l’ultimo a fregiarsi di questo prestigioso titolo è stata la 23enne spagnola Judit Girò Benet, che l’anno scorso aveva sbaragliato la concorrenza grazie alla creazione di un dispositivo, il cosiddetto Blue Box, che permette di rilevare i primi segnali riguardanti il tumore al seno, uno screening non invasivo e nel contempo a basso costo e indolore. La particolarità del Blue Box è che può essere utilizzato a casa ed è di facilissimo uso.

POTREBBE INTERESSARTIRaggi laser, sciame di droni, robot: le armi del futuro sono già qui

Se voleste partecipare bisognerà essere studenti o laureati (massimo da quattro anni), e compilare il form che trovate online a questa pagina entro e non oltre il 30 giugno: bisognerà descrivere la propria invenzione con l’aggiunta di immagini e video. In palio due premi del valore di 33.000 euro, e nel contempo, ogni paese partecipante premierà due finalisti e un vincitore nazionale con 2.200 euro, che poi concorrerà alla vittoria finale. La prima scrematura consisterà nello scegliere le 20 invenzioni finaliste selezionate da una giuria di ingegneri, da cui poi si selezionerà il vincitore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here