Zuckerberg, la sterzata di Mark: ora l’App Tracking Transparency può aiutare Facebook

0
106

Una sgasata con la retromarcia inserita. Nonostante la forte campagna elettorale contro le imminenti regole anti-tracciamento di Apple, Mark Zuckerberg fa dietrofront, affermando ora che il suo Facebook “sarà in una buona posizione” quando Apple inizierà ad applicare la trasparenza del tracciamento delle app, e potrebbe perfino trarre vantaggio dai cambiamenti.

Facebook (Adobe Stock)
Facebook (Adobe Stock)

Una forte sterzata da parte del Ceo di Facebook, dunque. “È probabile che potremmo anche essere agevolati dai cambiamenti di Apple incoraggianti più aziende a condurre più attività commerciali sulle nostre piattaforme – dice in un meeting su ClubHouse – rendendo più difficile per loro utilizzare i dati al fine di trovare i clienti che vorrebbero utilizzare prodotti al di fuori delle nostre piattaforme”.

Zuckerberg, una nuova linea. Via libera a Facebook Shop e Instagram Shop?

Instagram (Adobe Stock)
Instagram (Adobe Stock)

Come sottolinea CNBC, questa è l’affermazione più positiva che Facebook ha fatto finora sulle sue regole di trasparenza del monitoraggio delle app di Apple.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La NFL sbarca su Amazon Prime Video: accordo da 10 miliardi di dollari

È possibile che Facebook stia cambiando la sua linea, visto che Apple non ha nessuna intenzione di ritardare l’implementazione di “App Tracking Transparency” (acronimo ATT), come dai tentativi infruttuosi tentativi da Facebook.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Come rigenerare la batteria del pc: la guida completa

Con il lancio di iOS 14.5, app come Facebook dovranno ottenere l’autorizzazione esplicita dell’utente prima di accedere all’identificatore pubblicitario o IDFA di un iPhone, che viene utilizzato per monitorare l’utilizzo di applicazioni e siti Web per scopi di “targeting” degli annunci.

Zuckerberg, in un primo momento, si era scagliato contro i pianificati aggiornamenti sulla privacy di Apple, pubblicando annunci sui giornali a tutta pagina che miravano a posizionare Apple come nemica delle piccole imprese.

Zuckerberg era convinto che le aziende che utilizzano gli strumenti pubblicitari di Facebook avrebbero sofferto dell’ATT in quanto non sarebbero stati in grado di indirizzare gli annunci nel modo più efficace possibile. Ora deve essere cambiato qualcosa nei piani del CEO di Facebook, vista la chiara apertura.

La trasparenza del monitoraggio delle applicazioni influirà sul monitoraggio delle conversioni view-through di Facebook, che consente alle aziende pubblicitarie di determinare quante persone hanno visto un annuncio senza fare solo clic, ma effettuando proprio l’acquisto relativo quel determinato annuncio.

L’IDFA consente a Facebook di abbinare chi acquista un articolo a chi ha visto un annuncio, ma senza l’IDFA gli inserzionisti non potranno misurare con precisione l’efficacia degli annunci di Facebook o Instagram.

Secondo CNBC, in realtà, Marck Zuckerberg si starebbe preparando a dovere per l’App Tracking Transparency, con l’introduzione di Facebook Shop e Instagram Shop, dove i marchi possono elencare e vendere articoli direttamente sui social network.

Zuckerberg, infatti, ha affermato che più di 250 milioni di persone utilizzano attivamente la funzione negozi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here