Twitter introduce il suo “dislike”: ecco la reaction “hmmm”

0
77

Twitter introduce il suo “dislike”. Il social dell’uccellino, sulla scia di Facebook, rende disponibili le reaction per i suoi utenti. Oltre al Mi Piace e al Retweet, il social dei cinguettii si arricchisce con alcune reaction. 

Twitter introduce il suo "dislike"
Dislike

Era inevitabile, e finalmente eccole: le reaction arrivano anche su Twitter. Il social network dell’uccellino, così come fatto da Facebook ormai qualche anno fa, introduce le cosiddette reazioni ai contenuti presenti sulla piattaforma. Non bastano più Mi Piace, Retweet e commenti, Twitter è pronto ad introdurre diversi metodi di interazione tra utenti.

POTREBBE INTERESSARTI –> Facebook si allinea con Biden: via il veto sulla teoria complottista del Covid-19

Twitter studia un modo per evitare il “dislike”

Tra questi, immancabile quella che potremmo definire la loro versione di “dislike“, o per dirlo in italiano “Non mi piace”. Una scelta difficile, ma necessaria per controbilanciare le reazioni che gli utenti potranno lasciare sotto i tweet presenti nella piattaforma. Da un lato Facebook che, per scelta, non ha mai voluto introdurlo. Dall’altro lato Twitter che, allo stesso modo, tenta di accontentare “capre e cavoli”.

Nello specifico parliamo della reaction “Hmmm“, piuttosto criptica ma che lascia ben intendere quello che gli utenti vogliono esprimere nel momento in cui la utilizzano. Una sorta di “Non mi piace” nascosto, celato dietro ad un grugnito che ha ben poco di positivo.

Jane Manchun Wong, a metà tra una sviluppatrice ed una leaker, ha infatti scovato la novità di Twitter. Insieme alla reaction “Hmmm”, Twitter sarebbe pronto ad introdurre “Likes“, “Cheer“, “Sad” e “Haha“. Un ventaglio di opzioni del tutto simile a Facebook, con la differenza che la “Grrr” reaction è soppiantata dalla “Hmmm” reaction.

POTREBBE INTERESSARTI –> Twitter attiva Tip Jar: monetizzare un profilo non è mai stato così facile

Ad oggi non ci è dato sapere quando questa nuova funzione verrà introdotta, ma tutto lascia sperare che questo avverrà nei prossimi mesi. Intanto non ci resta che attendere l’annuncio ufficiale di Twitter, che ha recentemente introdotto un’altra novità chiacchierata: la sua versione a pagamento rinominata Blue.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here