I Måneskin dettano legge su Google. E il trucco da uomo ringrazia

0
82

Hanno vinto la settantunesima edizione del Festival di Sanremo, contro pronostico, con quel Zitti e Buoni diventano in pochissimo tempo un tormentone, il grimaldello per aprire il nuovo album Teatro d’Ira – Vol. I per entrare nel mondo dei Maneskin. Bis servito ai recenti Eurovision Song Contest 2021, dove l’Italia non trionfava trentuno anni, dal 1990. Neanche il cocaina-gate francese sul presunto uso di droga da parte del front-man Damiano, ha intaccato la popolarità dell’emergente gruppo esploso a X-Factor 11, che ora sta dettando legge su Google, facendo impennare le ricerche sui trucchi da uomo.

Maneskin (Biccy.it)
Maneskin (Biccy.it)

Stylight Insights, una piattaforma di ricerca di moda, beauty e design che analizza i dati per tracciare i trend dello shopping online rivela che le ricerche su Google di “eyeliner per uomini” sono cresciute del 70% dal 23 maggio – guarda caso il giorno dopo del trionfo del Maneskin nella finale dell’Eurovision – al 29, più che raddoppiate rispetto alla settimana precedente.

Måneskin, una vera e propria mania. Nemmeno il cocaina-gate scalfisce la loro popolarità

Maneskin (Pinterest)
Maneskin (Pinterest)

Può sembrare strano, ma il trucco maschile è una costante sin dai tempi degli antichi Egizi: uomini e donne indossavano grandi quantità di trucco, soprattutto il famoso kohl (o, appunto, eyeliner) sugli occhi. A quei tempi, si pensava che il trucco desse protezione dagli dei Horus e Ra. L’eyeliner, che creavano dalla macinazione di minerali, come malachite e galena, aveva uno scopo tanto spirituale quanto pratico: si credeva che proteggesse dalle mosche, dalle infezioni e dai raggi del sole. Una delle personalità più famose dei tempi e appassionate del trucco agli occhi era il Re Tutankhamon, che veniva regolarmente raffigurato, come espressione del suo potere, con l’eyeliner nero o verde.

LEGGI ANCHE >>> Biden dice stop alle trivellazioni petrolifere in Alaska, ma c’è un motivo

Quella degli eyeliner da uomini, comunque, non fa altro che aumentare la popolarità dei Maneskin, ormai una vera e propria mania dilagante: il merchandising, dopo il trionfo all’Eurovision 2021, è sold out in 28 minuti: “Torneremo presto” commentano i quattro musicisti, precisando che comunque tutti gli articoli continuano ad essere pre-ordinabili online. Con spedizioni in tutto il mondo, i fan possono accaparrarsi canottiere, t-shirt e felpe con le scritte “Måneskin” e “Zitti e Buoni” ma anche cravatte e shopper. Di tutto e di più.

LEGGI ANCHE >>> Garmin Forerunner 55, lo sport-watch accessibile anche di notte

Neanche il cocaina-gate ha scalfito la popolarità dei Maneskin. La stampa francese ha accusato Damiano di aver fatto uso di droga durante gli Eurovision 2021. “Per me la questione non si è neanche aperta – dice il cantante romano, in una recente intervista su TV Sorrisi e Canzoni – è stato solo un grosso sketch comico, alla Zelig. Se arriveranno le scuse, sono pronto a riceverle. Ma adesso a tutti noi interessa solo festeggiare, in barba a chi ha tentato di ostacolarci”. Nel primo test Damiano è risultato negativo alla cocaina eppure il sito Melty, popolarissimo sui social, continua a insinuare che il test non era valido. Ma Damiano risponde per le rime: “Sapete come ho chiamato il mio cane, bidet: in alcuni paesi non ce l’hanno”. Non nomina la Francia, ma ogni riferimento è puramente casuale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here