Tutti pazzi per i tablet: il futuro? Quello che non ti aspetti

0
72

La pandemia del Coronavirus qualcosina di buono ha lasciato in eredità, almeno per il momento. L’emergenza sanitaria ha avuto un impatto positivo sul mercato dei tablet nel 2020 poiché i consumatori, le aziende e le scuole hanno cercato hanno utilizzati questi dispositivi per rimanere connessi, seguire le lezioni o lavorare in smart working, divertirsi o essere produttivi.

Tablet, boom di vendite nel 2020 (Adobe Stock)
Tablet, boom di vendite nel 2020 (Adobe Stock)

Secondo una nuova previsione di International Data Corporation (IDC) Worldwide Quarterly Personal Computing Device Tracker, le spedizioni di tablet dovrebbero ulteriormente crescere nei prossimi trimestri. Secondo la IDC dell’1,8% nel 2021 dopo la crescita stellare a due cifre nel 2020.

Tablet, numeri pazzeschi: volume globale a 166,5 milioni unità, Chromebook al 33,5%

Tablet, aumenti previsti anche per i prossimi trimestri (Adobe Stock)
Tablet, aumenti previsti anche per i prossimi trimestri (Adobe Stock)

Il volume globale di tablet dovrebbe raggiungere i 166,5 milioni di unità nel corso di quest’anno poiché la domanda dei consumatori rimane elevata. Nel frattempo, i Chromebook, che spesso competono a prezzi simili, dovrebbero addirittura volare al 33,5% nel 2021, con volumi che raggiungeranno i 43,4 milioni.

LEGGI ANCHE >>> Tutti vogliono andare nello spazio: numero record di candidature all’Esa

“Le vendite di tablet e Chromebook sono notevolmente aumentate nel 2020 a causa di una domanda senza precedenti di soluzioni di lavoro e apprendimento a distanza. Quest’anno la necessità di dispositivi economici ma versatili per soluzioni ibride di lavoro e apprendimento sarà fondamentale e questo continuerà a guidare la domanda di questi dispositivi”.

LEGGI ANCHE >>> Windows 11: oggi la presentazione, ecco come, dove e quando seguirla

Ne è fermamente convinta Anuroopa Nataraj, analista di ricerca con Mobility and Consumer Device Trackers di IDC. “Oltre il 2021 entrambe le categorie continueranno a lottare poiché si prevede che la domanda dei consumatori e dell’istruzione rallenti – continua Nataraj – con l’allentamento delle restrizioni, il via libera grazie alle vaccinazioni, i consumatori inizieranno ad aumentare la spesa per i viaggi e altre modalità di intrattenimento, che a loro volta influenzeranno la crescita di questi dispositivi”. Parole credibili. Molto.

Anuroopa Nataraj è un’analista di ricerca per Worldwide Tablet Tracker di IDC. La ricerca del suo team si concentra sugli aspetti quantitativi del settore Tablet/PC, tra cui dimensionamento del mercato, previsioni, analisi delle quote di mercato dei fornitori e tendenze tecnologiche. A San Mateo, in California, Anuroopa gestisce la ricerca del Quarterly Tablet Tracker di IDC. Le sue attuali responsabilità includono il dimensionamento e la previsione dei mercati dei tablet su base trimestrale, collaborando con i team di analisti regionali e nazionali di IDC a livello globale.

Prima di IDC, Anuroopa ha lavorato con Cognizant Technology Solutions, nel loro dominio Enterprise Data Warehouse. Anuroopa ha conseguito una laurea in ingegneria elettronica e strumentale presso la Visvesvaraya Technological University in India e una certificazione di laurea in database e analisi dei dati presso l’Università della California, Santa Cruz.

Anche il Worldwide Quarterly Personal Computing Device Tracker di IDC è una fonte attendibile: raccoglie dati in più di 90 paesi e fornisce informazioni dettagliate, tempestive e accurate sul mercato globale dei dispositivi di pc, includendo dati e informazioni sulle tendenze globali relative a desktop, notebook, tablet rimovibili, tablet Slate e workstation. Oltre a un’analisi approfondita, il programma fornisce dati trimestrali sulla quota di mercato e una previsione quinquennale per paese. La ricerca comprende analisi di trend storici e previsionali. Per questo i numeri sui tablet vanno presi in considerazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here