Firma digitale: come attivarla, quali sono i costi e che valore ha?

0
317

La Firma digitale è ormai diventata parte del nostro quotidiano e grazie a questo “escamotage elettronico” la vita dei cittadini, ed in particolare il rapporto con le imprese e la pubblica amministrazione, si è decisamente semplificato.

Firma Digitale, tutto quello che c'è da sapere (Foto Axepta)
Firma Digitale, tutto quello che c’è da sapere, i dettagli (Foto Axepta)

Si pensi ad esempio alla presentazione di specifici documenti come le comunicazioni alla Camera di Commercio, ma anche Suap, doc per le regioni e le p.a., e via discorrendo, tutti atti che è possibile presentare “da remoto” ma solo se provvisti di firma digitale. Per quei pochi che non sapessero di cosa stiamo parlando si tratta di, come definisce il CAD “un particolare tipo di firma elettronica avanzata basata su un sistema di chiavi crittografiche, una pubblica e una privata (crittografia asimmetrica), correlate tra loro, che consente al titolare tramite la chiave privata e al destinatario tramite la chiave pubblica, rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l’integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici”.

Firma Digitale, vi spieghiamo tutto (Foto Lapressa)
Firma Digitale, vi spieghiamo tutto: i dettagli (Foto Lapressa)

FIRMA DIGITALE, COS’E’ E COME ATTIVARLA: COSI’ SI PUO’ AVERE GRATIS…

POTREBBE INTERESSARTI Vuoi già provare iOS 15? Ecco la beta disponibile per iPhone e iPad, ti lascerà senza fiato

In poche parole si tratta di una firma personale e autentica permessa grazie a dei sofisticati algoritmi che ne attestano la veridicità. Ha lo stesso valore di una firma autografata fatta a mano su carta, ma anche di sigilli, timbri, marchi e contrassegni vari. Per avere valore giuridico deve però essere caratterizzata da tre requisiti fondamentali, a cominciare dall’autenticazione, passando per l’integrità e arrivando fino al “non ripudio”. Forse non molti sanno che i possessori dello SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, possono ottenere la Firma digitale in maniera totalmente gratuita, e nel giro di pochi secondi.

POTREBBE INTERESSARTI Samsung vuole altri primati tecnologici: ecco lo smartphone rollable, primato assoluto

Nel dettaglio si può ottenere questo servizio con Poste, Aruba, Infocert, Namirial, Intesa, Register, Lepida, Tim o Sielte, così come ricorda il quotidiano Repubblica, ma solo attraverso Intesi Group S.p.a. e della Firma Digitale cheFirma!, non si dovrà spendere nemmeno un euro. Attraverso la formula Pay per Sign si potrà infatti ottenere la propria Firma digitale attraverso il portale LetteraSenzaBusta.com. Come detto sopra, l’attivazione è gratuita per tutti coloro che posseggono uno SPID mentre per tutti gli altri si potrà attivare attraverso un Video di Identificazione online con Operatore RAO, e il costo sarà una tantum di 9.90 euro e senza stipulare alcun contratto in abbonamento. Una volta che abbiamo la nostra Firma si pagherà 5.99 euro ogni volta che firmeremo digitalmente un documento informatico, e si potrà inoltre apporre anche una Marca Temporale Qualificata e un Contrassegno Elettronico al file firmato digitalmente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here