L’universo catturato nelle più belle immagini delle galassie luminosissime: spettacolo unico

0
649

Uno spettacolo unico, e null’altro si può dire di fronte allo magnificenza delle immagini emerse in rete nelle ultime ore riguardanti l’universo, e precisamente alcune delle galassie più vicine alla Via Lattea.

Immagini dell'universo e delle galassie (Foto ESO, Rai)
Immagini dell’universo e delle galassie: che spettacolo (Foto ESO, Rai)

Come ricorda RaiNews, si tratta di scatti che sono stati ottenuti attraverso il VLT dell’Eso, acronimo di Very Large Telescope dell’European Southern Observatory. A vedere queste immagini vengono in mente dei veri e propri fuochi d’artificio cosmici, ma in realtà si tratta delle diverse componenti delle galassie a noi “vicine” e i loro colori distinti. E proprio grazie a queste differenze cromatiche gli esperti di tutto il mondo possono identificare il punto esatto in cui stanno per venire al mondo nuove stelle, e nel contempo, studiare tutti quei processi attraverso cui i magici astri prendono forma.

Le spettacolari immagini delle galassie dell'universo (Foto Eso, Rai)
Le spettacolari immagini delle galassie dell’universo: una meraviglia di luci (Foto Eso, Rai)

LE NUOVE SPETTACOLARI IMMAGINI DELLE GALASSIE DELL’UNIVERSO, DOVE NASCONO LE STELLE

POTREBBE INTERESSARTIStudio NASA avverte: grande rischio di inondazioni devastanti

Obiettivo del team di astronomi, cercare di fare luce su ciò che permette di innescare i gas e che a loro volta fanno nascere le stelle, e ciò sarà possibile attraverso tali osservazioni incrociate con i dati dell’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA), di cui ESO è partner. Ad oggi, infatti, la completa genesi della stella resta uno dei più grandi e affascinanti misteri dell’universo: gli astronomi sono certi che le stelle nascano in nubi di gas, ma quanto accade dopo, e il ruolo delle galassie in questo processo, resta appunto un grande punto interrogativo. Per cercare di trovare le risposte a tutte queste questioni, il team di ricercatori ha osservato le varie galassie dislocate nei pressi della Via Lattea, attraverso dei potenti telescopi, scandagliando diverse regioni galattiche dove nascono le stelle.

POTREBBE INTERESSARTIMarte ci piace sempre più: NASA prepara i motori nucleari per arrivarci in soli tre mesi

“Per la prima volta – ha detto Eric Emsellem, astronomo tedesco dell’ESO e capo delle osservazioni basate sul VLT condotte nell’ambito del progetto Physics at High Angular resolution in Nearby GalaxieS (PHANGS) – stiamo comprendendo i singoli episodi di formazione stellare in una vasta gamma di luoghi e ambienti e in un campione che rappresenta bene i diversi tipi di galassie. Possiamo osservare direttamente il gas che dà vita alle stelle, vediamo le giovani stelle e siamo testimoni della loro evoluzione attraverso varie fasi”. Così invece Kathryn Kreckel dell’Università di Heidelberg, in Germania, e anch’essa membro del gruppo Phangs: “Sono molti i misteri che vorremmo svelare. Le stelle nascono più spesso in regioni specifiche delle loro galassie ospiti: perché? E dopo la nascita delle stelle in che modo la loro evoluzione influenza la formazione di nuove generazioni di stelle?”. Domande affascinanti che meritano risposte altrettanto spettacolari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here