Arriva l’auto a pilotaggio remoto, grazie al 5G ed un umano sarà diversa da quelle a guida autonoma

0
210

Nasce l’auto a pilotaggio remoto. Non più quindi una guida autonoma, ma un mezzo guidato da casa, con l’aiuto della connessione 5G.

 

Nasce l'auto a pilotaggio remoto grazie al 5G
Nasce l’auto a pilotaggio remoto grazie al 5G

Questa “magia” è possibile grazie all’impegno e allo sviluppo portato avanti dalla startup americana Halo, che vuole mettere a disposizione di tutti una automobile che possa essere guidata da lontano, senza un pilota presenta a bordo.

La tecnologia non è una novità assoluta, visto che da anni esistono droni militari che effettuano missioni con piloti seduti comodamente in una base. La differenza è nella rete di comunicazione, visto che gli strumenti utilizzati dagli uomini con le stellette sfruttano una rete satellitare.

Stavolta invece il pilotaggio è consentito dalla rete 5G, che sta velocemente entrando nella nostra vita. Al netto di incomprensibili paure sui pericoli per la salute – vale la pena ricordare che il nuovo sistema di comunicazione viaggia sulla stessa banda del nostro vecchio digitale terrestre e quest’ultimo non ma hai provocato panico o timori – la connessione 5G sarà centrale nelle nostre vite.

Non si tratta solo di avere smartphone che si connettono più velocemente ad internet, o streaming istantanei: il nuovo sistema è fondamentale per l’IoT, l’internet of things. Parliamo di interconnessione tra gli oggetti, che devono e possono comunicare tra loro saltando il passaggio umano. La lavatrice che verifica la sporcizia dei capi o l’assenza del detersivo, oppure il frigorifero che si connette direttamente al supermercato per ordinare quello che manca. Ci sono anche nuovi utilizzi seri, come quelli sanitari: il collegamento telematico costante, la possibilità di essere monitorati anche a distanza, 24 ore al giorno.

Arriva l’auto pilotata a distanza: sarà rivoluzione

Nasce l'auto a pilotaggio remoto grazie al 5G
Nasce l’auto a pilotaggio remoto grazie al 5G

L’auto pilotata in remoto diventa una realtà e grazie all’operatore T-Mobile si è conclusa una sperimentazione a Las Vegas, in Nevada, partita a febbraio. L’operazione si è conclusa con un grande successo e per questo la società vuole iniziare ad offrire questo servizio già alla fine del 2021.

POTREBBE INTERESSARTI →Smartphone a prezzi vantaggiosissimi con questi operatori: quale scegliere?

Come funzionerà? Sarà sufficiente prenotare la vettura con un’app, scegliendo un luogo ed un orario preciso. Si presenterà un’automobile vuota, senza guidatore presente fisicamente. A quel punto sarà il cliente a guidare la vettura fino a destinazione. Una volta arrivati poi non c’è nemmeno bisogno di parcheggiare, visto che l’automobile ripartirà da sola, guidata da remoto, per far ritorno al luogo di partenza o verso un nuovo noleggio. Il pilota, in remoto, è dotato di un sistema che simula la guida, sfruttando ovviamente una serie di telecamere e radar.

POTREBBE INTERESSARTI →Unieuro e la promozione senza rivali: con sconto di €500 batte anche Amazon

La postazione è composta da un grande schermo, un volante e naturalmente i pedali, ma in caso di emergenza il mezzo può fermarsi automaticamente grazie al sistema Advanced Safe Stop.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here