Anche nel Fantacalcio sbarcano le criptovalute: ecco quella scelta e perché

0
129

C’è chi li chiama crediti. Chi fantamilioni. Ogni FantaLega ha la sua moneta ufficiale, e il bello del Fantacalcio sta proprio in questo, ognuno è libero di organizzarlo come vuole, perfino con regole proprie che differiscono dagli altri “fanta Paesi”. Da oggi sarà possibile usare anche le criptovalute in questo gioco inventato da Riccardo Albini, e mutuato dal baseball, nel 1990, ora fenomeno di massa che accomuna oltre sei milioni di fantallenatori.

Sorare, un gioco che abbina il fantacalcio alle criptovalute (Adobe Stock)
Sorare, un gioco che abbina il fantacalcio alle criptovalute (Adobe Stock)

In questo contesto si inserisce Sorare, game online che sta velocemente acquisendo popolarità grazie a promoter del calibro di Griezmann, Piqué, Rio Ferdinand e Schurrle, perfino una vecchia conoscenza del calcio italiano come Oliver Bierhoff, ma soprattutto piace per i suoi meccanismi innovativi, dove Fantacalcio e Blockchain s’intrecciano e s’intersecano, creando qualcosa di affascinante.

Fantalcalcio e criptovalute, ultima frontiera

Token, da oggi si possono utilizzare anche nel "fantalcacio" (Adobe Stock)
Token, da oggi si possono utilizzare anche nel “fantalcalcio” (Adobe Stock)

Nel gioco di calcio fantasy, in cui si compra, si vende, si scambia, si gestisce una squadra virtuale con carte digitali, i giocatori sono dei token non fungibili (NFT), ovvero degli oggetti virtuali unici. Ciascuno di loro appartiene inequivocabilmente a un unico giocatore, che può anche personalizzare la propria figurina sulla base della frequenza con la quale utilizza.

LEGGI ANCHE >>> Tom Clancy’s XDefiant arriva il trailer con l’annuncio dell’ultimo capolavoro

Sorare utilizza la tecnologia blockchain basata su Ethereum ed è stato sviluppato nel 2018 da Nicolas Julia e Adrien Montfort. I player devono schierare una formazione che si compone di cinque figurine: un portiere, un difensore, un centrocampista, un attaccante e un jolly. Le figurine devono corrispondere a calciatori che in quelle ore stanno giocando una partita reale e il risultato finale della sfida virtuale viene determinato sulla base delle prestazioni dei calciatori nella realtà, in pieno stile Fantacalcio.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 accontenterà le nostre richieste con questa nuova evoluzione da primato

Le card digitali in edizione limitata (Rare, Super Rare e Unique) si possono collezionare e scambiare con il fine di creare un top team, con tanto di capitano, capace di guadagnare punti in base ai risultati reali. Dimostrando le proprie qualità proprie del manager più che del semplice fantallenatore si guadagnano premi settimanali, tappe di un percorso che ti porterà a vincere la classifica finale. Un hashtag apre la community di Sorare: #OwnYourGame, con tanto di pagina ufficiale twitter e discord.

Ciascuna figurina digitale corrisponde a giocatori reali, con tanto di foto e di statistiche. Prendendo spunto da Fifa Ultimate Team, i giocatori migliorano le proprie prestazioni con il loro uso. Ma dove entrano in gioco token, criptovalute e, soprattutto, si crea un fiorente business?

Semplice, le figurine digitali Comuni si ottengono gratuitamente, semplicemente aprendo pacchetti che vengono dispensati nella fase introduttiva/tutorial. Ma solo con queste non si va da nessuna parte, non si vince di certo, c’è bisogno di altre figurine digitali, come le Rare che si ottengono con lo scambio con altri manager, chiaramente attraverso token. Inoltre si può giocare solo alla Starter League Rookie gratuitamente, mentre per tutte le altre serie il numero di figurine comuni utilizzabili è limitato, perfino azzerato. Sei costretto a spendere crediti, fantamilioni, da ora anche criptovalute, segni tangibili dei tempi che stiamo vivendo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here