iPad 6 avrà una novità da molti desiderata che stravolgerà l’uso quotidiano e le vendite

0
403

Apple su di giri. iPhone 13 in cantiere da tempo, scelta di gettarsi a capofitto sul 5G (il 4G verrà abbandonato definitivamente a fine anno), iPhone SE 5G (economico) per il primo trimestre del 2022. Per tutto il resto c’è un iPad che, nei piani del colosso di Cupertino stravolgerà l’uso quotidiano e le vendite.

Apple, iPad 6 in arrivo (Adobe Stock)
Apple, iPad 6 in arrivo (Adobe Stock)

L’iPad mini 6 di Apple è stato segnalato in precedenti occasioni, ora arricchite da nuovi rumors provenienti dalla stampa di settore, wccftech nello specifico. Sfoggerà un nuovo design, che includerà cornici più sottili rispetto al modello della generazione precedente. Oltre a questo cambiamento di design, ci si aspettano anche prestazioni rivoluzionarie, poiché secondo quanto riferito il prossimo tablet arriverà con un A15 Bionic, lo stesso SoC che probabilmente alimenterà la prossima serie di iPhone 13.

iPad 6, il segreto sta tutto nell’A15 Bionic (e nella porta USB-C)

iPad 6, le anticipazioni (Adobe Stock)
iPad 6, le anticipazioni (Adobe Stock)

L’iPad mini 6, che secondo 9to5Mac ha un proprio nome in codice J310, includerà anche uno Smart Connector, come la linea M1 iPad Pro e iPad Air 4. Ciò può significare che Apple sta pianificando davvero di introdurre a breve un accessorio Smart Keyboard (come nelle previsione) con l’innovativo tablet di sesta generazione.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp cambia tutto con l’utilissima funzione per le chiamate che tutti adoriamo

Seguendo queste indiscrezioni, a quanto pare molto credibili a tal punto che sono state riprese da più media, l’iPad mini 6 di Apple sarà dotato di una porta USB-C, che andrà a sostituire la porta Lightning. In questo modo, ne gioveranno anche i produttori di accessori di terze parti, con più prodotti da offrire ai clienti.

LEGGI ANCHE >>> Serie Tv e Giga gratis è l’ultima tendenza per le promo estive di telefonia mobile

Ma il cambiamento più grande è senza dubbio l’inclusione dell’A15 Bionic, un processore che arriverà con una CPU già nota, che sarà presente nell’iPhone 13, con vari upgrade e lo stesso numero di core nella CPU, ossia 6. La notevole grande differenza del nuovo chipset sta tutta (a differenza del suo predecessore) nell’N5P di TSMC. Che avrebbe già dato il via alla produzione di massa del chipset a maggio, quindi sarà pronto per la serie iPhone 13 lanciata come tradizione nella terza settimana di settembre.

La nuova tecnologia sia un nodo 5nm porterà sicuramente dei miglioramenti, un conseguente aumento delle prestazioni e dell’efficienza energetica dall’A15 Bionic. E, per estensione, dell’iPad mini 6. Questo non vuol dire automaticamente che che Apple dovrebbe aumentare la CPU core count sull’A15 Bionic, più probabile che mantenga la stessa configurazione a 6 core dell’A15 Bionic dell’anno scorso.

Due di questi core saranno progettati per le prestazioni e i restanti quattro saranno focalizzati sull’efficienza energetica. In tal senso, anche l’iPad mini 6 promuoverà il Touch ID, ma sarà incorporato nel pulsante di accensione, proprio come l’iPad Air 4. La dimensione del display potrebbe essere compresa tra 8,5-9 pollici, ma il nuovo tablet del colosso di Cupertino punterà ad avere l’ingombro dell’iPad mini 5 e il display più grande. Avanti così.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here