Carta di Identità su Wallet? Certo, ma alle condizioni di Apple se la vuoi valida

0
154

Apple è pronta a dare la possibilità a chiunque di registrare Carta d’Identità e Patente sul Wallet. Ma ad una concione ben precisa, dettata dai regolamenti tra stati e la mela. Ecco quali e quando sarà possibile registrare i documenti. 

COVID-19: Wallet
Apple Wallet (via apple.com)

Se ne parla da ormai diverso tempo e sembra ormai essere più vicina che mai la possibilità di registrare i propri documenti d’identità sul Wallet di Apple. Sia la Carta d’Identità che la Patente saranno registrate su iPhone, ma ad una condizione. Tutto dipenderà dagli accordi tra la mela di Cupertino e gli stati che daranno la possibilità ai suoi cittadini di effettuare questa operazione.

A scovare l’annosa questione i colleghi di CNBC, con il dietro le quinte tra Apple e USA e gli stati che lanceranno il supporto ai documenti digitali su Wallet. A quanto pare l’accordo parla di un controllo sulle agenzie governative responsabili del rilascio delle carte d’identità. Nello specifico parliamo di USA con Arizona, Connecticut, Iowa, Kentucky, Maryland, Oklahoma e Utah. Si parla di “Discrezione esclusiva” sull’utilizzo della tecnologia e la memorizzazione dei documenti in Wallet da parte di Apple.

POTREBBE INTERESSARTI –> Samsung Vs Apple: ora la sfida verge sul pannetto per pulire i display, ma sembra già una sfida vinta

Gli stati dovranno accettare di “allocare personale e risorse ragionevolmente sufficienti (ad esempio personale, gestione del progetto e finanziamenti) per supportare il lancio del Programma in una tempistica che sarà determinata da Apple“. C’è di più, gli stati dovranno “mettere in primo piano il Programma in tutte le comunicazioni rivolte al pubblico relative alle credenziali di identità digitale“. La mela potrà revisionare ed approvare preventivamente tutti i materiali di marketing degli stati.

POTREBBE INTERESSARTI –> Fastweb Mobile Light, la nuova promo bomba: Solo €5,95 per minuti illimitati e 50Giga

Apple non sarà responsabile per i risultati di verifica e l’agenzia riconosce che tutti i risultati di verifica sono forniti COME SONO e senza alcuna garanzia, espressa, implicita o per quanto riguarda la sua accuratezza o prestazioni da parte di Apple“. Il finanziamento di queste operazioni sarà di responsabilità dei governi e delle agenzie statili. Inoltre “salvo diverso accordo tra le parti, nessuna delle parti deve all’altra parte alcuna commissione ai sensi del presente accordo“. Con queste premesse è lecito immaginare che per l’arrivo in Italia dovremo attendere ancora diverso tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here