Spotify copia TikTok: inserisce lo scorrimento verticale per riconquistare la vetta

0
262

Veder fare, saper fare. Spotify segue la scia che ha determinato un successo da un miliardo di utenti, ottenuto da TikTok anche con l’ottima intuizione dello scorrimento sui contenuti del noto social cinese, in modalità verticale.

Spotify (Adobe Stock)
Spotify (Adobe Stock)

Già Netflix di recente si era adeguato a Douyin (così è chiamato TikTok in patria), ora è il turno del servizio musicale svedese che offre lo streaming on demand di musica, presa da varie case discografiche, come Sony, EMI, Warner Music Group e Universal.

E’ proprio la Public Company di Stoccolma a confermare la novità, in fase di test nella sua app, Discover, che presenta ora un feed verticale di video musicali che gli utenti possono scorrere e, facoltativamente, apprezzare o saltare.

Effetto Canvas: un nuova icona nella barra degli strumenti

TikTok (Adobe Stock)
TikTok (Adobe Stock)

Per coloro che hanno accesso alla funzione, la nuova funzionalità appare come una quarta scheda nella barra di navigazione nella parte inferiore dell’applicazione Spotify, tra Home e Cerca. La nuova aggiunta è stata notata per la prima volta da Chris Messina, che ha twittato un video della funzione Discover. Lo ha descritto come una “versione ridotta” di un feed di video musicali in stile TikTok.

Messina racconta così a Techcrunch la sua scoperta: tutto è partito da una versione beta per iOS: “Ho trovato la funzione nella build TestFlight di Spotify – spiega – nella quale c’era una nuova icona nella barra degli strumenti di navigazione, che porta immediatamente al feed video quando viene toccato. Puoi quindi scorrere su e giù per spostarti nel feed, proprio come faresti su TikTok. Oltre a toccare il cuore per apprezzare le canzoni, si può anche fare tap sul menu dei tre puntini verticali visualizzare il foglio informativo della canzone standard, osserva”. La nuova funzione di Spotify in fase di sviluppo potrebbe essere lanciato sfruttando il formato Canvas esistente di Spotify.

Completato nel 2019, Canvas, uno strumento di progettazione grafica, un’alternativa a Photoshop, tanto per intenderci, utilizza un formato di drag’n’drop della selezione e consente di accedere a un database di fotografie, immagini vettoriali, grafiche e caratteri. È utilizzato da designer e professionisti.

LEGGI ANCHE >>> Amazon in trattative con EA: Mass Effect sarà il nuovo capolavoro degli studios di Bezos

Nello specifico consentirà agli artisti di creare video che accompagnano la loro musica sull’app Spotify. La funzione ha avuto recensioni contrastanti da parte degli utenti: per alcuni il cambiamento è fastidioso e distraente da accettare. Ad altri, invece, è piaciuto. Canvas, tuttavia, sembra guidare le metriche di coinvolgimento desiderate da Spotify.

LEGGI ANCHE >>> Corriere vendeva PS5 anzicché consegnarle: arrestato dalla Polizia

Il colosso svedese, per il momento, lascia questa nuova funzionalità in bozza, limitandosi alla fase di test e feedback. “Conduciamo regolarmente una serie di test nel tentativo di migliorare la nostra esperienza – ha detto un portavoce – alcuni di questi test si fanno strada verso un’esperienza utente allargata, mentre altri servono solo per capire come migliorare il servizio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here