Il Sole osservato speciale: NASA ed ESA avvieranno le previsioni meteo per monitorare le tempeste più violente e pericolose

0
744

Arrivano le previsioni meteo anche per il Sole. Attenzione, nessuno sta dicendo che da ora in avanti in tv passerà il servizio sul clima sulla nostra Stella, anche perchè al di là dell’estate bollente tutti i giorni dell’anno non c’è molto da dire.

Il Sole, 19/12/2021 - Computermagazine.it
Il Sole, 19/12/2021 – Computermagazine.it

Semplicemente la Nasa, l’agenzia spaziale degli Stati Uniti, e l’Esa, l’omonloga europea, vogliono monitorane con estrema attenzione appunto il nostro astro con l’obiettivo di individuare e anticipare le famose tempeste solari che possono provocare gravi danni sulla terra, a cominciare dall’interruzione delle comunicazioni. Se ne è parlato negli scorsi giorni in occasione della XXXVIII Giornata dell’Ambiente, all’Accademia dei Lincei di Roma.

Il Sole, 19/12/2021 - Computermagazine.it
Il Sole, 19/12/2021 – Computermagazine.it

ARRIVANO LE PREVISIONI METEO PER IL SOLE PER ANTICIPARE LE TEMPESTE SOLARI

POTREBBE INTERESSARTIPer la NASA, la tempesta solare “cannibale” arriverà a breve e farà davvero un sacco di danni

“Come avviene per i bollettini meteorologici che si interessano di precipitazioni piovose, temperatura e direzione e intensità dei venti, in modo simile le previsioni della meteorologia e climatologia spaziale cercano di predire l’attività solare e i flussi di particelle e di radiazioni elettromagnetiche che influenzano la Terra”, ha commentato Francesco Berrilli, membro della Commissione per l’ambiente e grandi calamità naturali, accademico dei lincei e professore ordinario all’Università di Roma Tor Vergata, intervenendo proprio all’Accademia, in occasione dell’evento dedicato. “Per questo motivo missioni spaziali – ha proseguito Barilli – come Solar Probe della Nasa o Solar Orbiter di Esa, e telescopi solari di futura generazione, come lo European Solar Telescope (Est), osserveranno e studieranno i violenti processi fisici che avvengono nella nostra stella”. Barilli ha poi parlato più specificatamente di quanto accade sulla nostra Stella, spiegando: “Sappiamo che forti esplosioni, brillamenti (o flare) e espulsioni di massa coronale si producono con una certa frequenza sulla nostra stella. Sappiamo anche, da fonti storiche o dallo studio di particolari segnali negli anelli degli alberi, che eventi estremamente più potenti e potenzialmente catastrofici per la nostra società altamente tecnologica si sono verificati in passato con cadenze di secoli o millenni”.

POTREBBE INTERESSARTI Prima volta nella storia: un veicolo spaziale riesce a “toccare” il Sole, si chiama Solar Parker Probe

Negli ultimi mesi le tempeste solari sono aumentate di molto, e questo per via di uno stretto legame con il ciclo vitale del sole, che quando raggiunge il suo apice espelle del materiale che viene appunto scagliato verso la Terra. Se parte di esso raggiunge il nostro Pianeta a quel punto si verificano dei problemi legati alle telecomunicazioni. Fino ad oggi si è trattato di danni marginali, ma se, come prevedono gli esperti, prima o poi si dovesse verificare una tempesta di portata molto importante, a quel punto i danni potrebbero essere incredibili. Pensate ad esempio ad un “crollo” di internet a livello planetario, cosa potrebbe rappresentare per il sistema bancario, ma anche un blackout elettrico di diverse ore. Il mondo di oggi è totalmente connesso e funzionante grazie all’elettricità, e se vengono a mancare energia e connessione sarebbe il caos.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here