Questo famoso brand di videogames sta pre acquistre la Black Shark per produrre smartphone davvero unici: ecco i dettagli

0
142

Possibili novità nel settore gaming, dalla Cina. Black Shark, azienda satellite di Xiaomi che ne possiede il 46%, potrebbe essere acquisita da una nota holding decisa a puntare sul settore dei videogiochi, con l’acquisto di uno dei principali produttori di smartphone da gaming.

Smartphone Gaming
Black Shark è uno dei principali marchi di smartphone per gaming – ComputerMagazine.it

Black Shark è un marchio relativamente giovane nel mono degli smartphone; la sua specializzazione sono gli smartphone per gaming. L’azienda nasce nel 2017, col supporto di Xiaomi, di cui è un’azienda satellite, che ne detiene il 46,4%. Il loro primo prodotto risale al 2018; si tratta dello Xiaomi Black Shark, un modello top di gamma nella sua categoria.

Ora la società potrebbe essere acquistata per il rimanente 53,6%, passando sotto il controllo di un altro gruppo ed uscendo dal solco di Xiaomi. La holding, sempre di diritto cinese, interessata al suo acquisto è la Tencent. La sua potenziale acquisizione potrebbe portare ad una rivoluzione di Black Shark e ad una sua riorganizzazione interna.

Leggi anche: Tencent games ora usa la minaccia del Face ID: deciderà quando farci giocare

Tencent nasce nel 1998 come fondo di investimento: i suoi interessi coprono numerosi settori nel campo della tecnologia, come i mass media, la telefonia mobile, i videogiochi ed internet, campo in cui è la terza società dopo Google ed Amazon, con una capitalizzazione valutata in 38 miliardi di dollari.

Inoltre è proprietaria di Tencent QQ, ovvero il principale programma di messaggistica instantanea in Cina; i stima che più di 800 milioni di persone utilizzino il programma, con 300 milioni di utenti in contemporanea ogni mese, un vero e proprio fenomeno sociale prima ancora che tecnologico, anche se diffuso quasi esclusivamente all’interno dei confini nazionali.

Black shark, un ponte in direzione del Metaverso

Realtà Virtuale
L’acquisizione di Black Shark potrebbe rappresentare per Tencent un passo verso il Metaverso – ComputerMagazine.it

Al momento non è arrivata nessuna conferma ufficiale, nè una smentita da parte di Black Shark. In ogni caso i contatti tra le due società non sono nuovi: infatti nel 2020 l’uscita di Black Shark 3 è stato frutto di una collaborazione tra i due marchi, che quindi non sono nuovi all’idea di lavorare insieme.

Una collaborazione non saltuaria ma strutturale aprirebbe interessanti scenari nel settore del gaming, considerando la compatibilità naturale dei due brand; Black Shark infatti dispone delle tecnologie hardware, mentre Tencent, come abbiamo visto, è tra i leader mondiali per quanto riguarda i software.

Leggi anche: Investire ora nel Metaverso può farci guadagnare una fortuna: ecco le 3 mosse giuste

Al momento attuale invece Black Shark vede il suo campo d’azione ristretto al solo settore hardware; anche la casa madre, Xiaomi, è focalizzata nello stesso settore, riducendo quindi i possibili obiettivi nello sviluppo. Una situazione che vede quindi un potenziale interesse reciproco nell’acquisizione.

Per quanto riguarda Tencent, l’acquisizione non è solo uno sbocco naturale per uno dei colossi mondiali del software, che al momento non dispone di hardware proprio; si tratterebbe anche e soprattutto di un trampolino di lancio per quello che promette di essere il nuovo settore rivoluzionario nel mondo della tecnologia: il metaverso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here