YouTube istituisce fondi per i creators: posti di lavoro sulla piattaforma video

0
421

In una lettera rivolta agli YouTuber di tutto il mondo, Susan Wojcicki, la CEO del colosso di videosharing, svela le priorità della società per il 2022: maggior protezione per la community, innovazione e, soprattutto, maggior supporto ai creators. Anche economico. Vediamo di cosa si tratta.

YouTube Fondi Creators ComputerMagazine.it 30 Gennaio 2022
Susan Wojcicki pubblica la lettera delle priorità di YouTube del 2022 – ComputerMagazine.it

“Negli ultimi anni, tutti noi abbiamo vissuto una fase di transizione, adattandoci a cambiamenti che, prima della pandemia, non avremmo mai potuto immaginare”, esordisce Susan Wojcicki, amministratrice delegata di YouTube, nella lettera delle priorità del 2022 rivolta agli YouTubers di tutto il mondo. 

“Durante questa transizione, abbiamo notato una crescita incredibile della comunità di YouTube: i creators usano la nostra piattaforma per condividere le loro vite, per guadagnare uno stipendio, e per trasformare il mondo che ci circonda in modi significativi. I creators ci riuniscono per fare del bene al mondo”.

Con enfasi accorata, l’incipit della lettera va subito al punto: i creators sono il cuore pulsante, la struttura portante dell’intero ecosistema di YouTube. E, per questo, le condizioni del loro operato all’interno della piattaforma devono continuare a migliorare, con l’obiettivo di offrir loro sempre più strumenti di creazione e di condivisione di contenuti. Ma soprattutto: sempre più stabilità in termini economici. 

Il “momentum” dei creators è arrivato

YouTube Fondi Creators Dati ComputerMagazine.it 30 Gennaio 2022
I dati pubblicati dalla Oxford Economics sui risultati raggiunti da YouTube nel 2020 – ComputerMagazine.it

Superato il traguardo stratosferico dei 5.000 miliardi di visualizzazioni degli Shorts (proprio così: più di 5 trilioni di “play” nell’istante in cui scriviamo), è giunto il momento di riconoscere quanto “i creators ci stiano aiutando ad imparare, ci stiano intrattenendo, ed anche quanto stiano impattando l’economia globale”.

Con risultati davvero significativi: il rapporto più recente svelato dalla Wojcicki è del 2020, redatto dalla Oxford Economics, che parla di oltre 800.000 posti di lavoro tra Stati Uniti, Giappone, Sud Corea, Brasile, Canada, Australia ed Europa. “Ed il numero di canali nel mondo in grado di fatturare oltre 10.000 dollari all’anno aumenta costantemente del 40% stagione dopo stagione”.

Le priorità principali del 2022

Dunque maggiori strumenti ai creators ed aumento delle tipologie di revenues a partire dallo “Short Fund” (un fondo a disposizione dei creators per creare video brevi) e poi migliorie e novità per pubblicità, YouTube Premium, iscrizioni al canale, super chat, super thanks e super stickers. E potenziamenti anche sui fronti di merchandise, ticketing e YouTube BrandConnect.

E non è tutto, vista anche l’imponente crescita di creazione di contenuti in ambito di Musica, Gaming, Shopping, dei servizi in streaming, ed ancora l’attenzione al Learning nonché all’ambiente e all’equità sociale.

Infine, la Wojcicki ha annunciato l’avvio già da quest’anno di collaborazioni “con legislatori di tutto il mondo, per farci portavoce delle richieste dell’intera comunità di YouTube. Siamo concentrati a supportare i creatori e gli artisti, per i quali YouTube è la loro casa, e tutte le persone del mondo che ogni giorno si affidano alla nostra piattaforma per rendere le loro vite un po’ più luminose”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here